Cronaca Bianca

IL PUC DI CASTEL VOLTURNO / I "tecnici" invocano un tavolo istituzionale con il prefetto e la Regione Campania

In sei pagine sintetizzati i molteplici punti e problemi del comparto edile e non solo CASTEL VOLTURNO - In sei pagine i "tecnici" di Castel Volturno, stiamo parlando degli arc


In sei pagine sintetizzati i molteplici punti e problemi del comparto edile e non solo CASTEL VOLTURNO - In sei pagine i "tecnici" di Castel Volturno, stiamo parlando degli architetti, ingegneri, geometri che da tempo si sono assunti l'impegno di avviare il confronto con le istituzioni sulla questione del Puc, hanno sintetizzato le più disparate situazioni che attanagliano l'edilizia privata, il futuro sviluppo urbanistico della città e la risoluzioni di migliaia di contenziosi. E' stato l'architetto Daniele Papararo a voler divulgare questo inciso, spedito alla Regione Campania, al commissario Straordinario di Castel Volturno, al prefetto di Casera, Carmela Pagano, al fine di chiedere notizie e di organizzare un incontro per la definizione del Puc e di tutte le vicende connesse... Sono 40 anni che a Castel Volturno si parla di questioni demaniali, di Uso Civico, di condoni, di edilizia privata, di Piani urbanistici e di Piani di fabbricazione, nonchè di Piano Casa, ma sino ad oggi il confronto tra politica, istituzioni, tecnici, dopo delle entusiastiche partenze si è sempre risolto con un nulla di fatto. Staremo a vedere, ora che risvolti ci saranno per questa nuova iniziativa. Massimiliano Ive   QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEI RILIEVI DEI TECNICI CON LA LETTERA INDIRIZZATA AL PREFETTO E ALLA REGIONE CAMPANIA   Alla Commissione Straordinaria Comune di Castel Volturno   Al Sig. Prefetto Palazzo del Governo Piazzale della Prefettura Caserta   Al Sig. Presidente della Giunta Regionale Centro Direzionale is. C2 Napoli   Oggetto: Comune di Castel Volturno (Provincia Caserta) richiesta di notizie e di incontro.   Il Comune di Castel Volturno è, da sempre, privo di uno strumento urbanistico ed ha subito , anche per questo, gravi e numerose violazioni edilizie, a diverso titolo motivate. La definizione del PUC è – ancora una volta - in itinere e non se ne conosce o intravede la conclusione. Il territorio è stato oggetto di diversi atti di abuso edilizio, pur essendo attualmente  soggetto a tanti tipi di vincoli urbanistici. Il coacervo che ne viene fuori , anche per effetto delle tante normative negli anni succedutesi in materia, si avvia ad essere ormai inestricabile mentre, agli atti, si accumulano, in maniera spropositata migliaia di istanze , e pedisseque azioni di indifferenza amministrativa, che nulla apportano all’Ente , né in termini economici, né in termini urbanistici e tantomeno in termini di pace sociale. Tutto questo fardello – peraltro non unico - appare, di giorno in giorno, sempre più insostenibile ed ormai pesa sulle coscienze e sulle esistenze di tutti i Cittadini di Castel Volturno, minaccia le  generazioni future minando anche la speranza per il domani perché, di giorno in giorno, inocula nella Gente, una pericolosa rassegnazione. E’ per questa rassegnazione strisciante che i professionisti e prima ancora i cittadini di Castel Volturno sembrano aver perso la capacità di aggregazione  e la volontà di battersi per il bene comune, per il futuro dei propri figli. E’ per questa rassegnazione strisciante che gli scriventi, ognuno per la propria professionalità e per la propria coscienza, intendono chiedere alle Autorità , ancora una volta, un segnale di speranza e di disponibilità che possa  dimostrare che non tutto è veramente perduto. E’ infatti nella nostra qualità di Tecnici, di Cittadini di Castel Volturno, che mettono a disposizione le proprie professionalità per dare un senso ed una prospettiva  di auspicio per tutte le altre attività del territorio, che chiediamo alle Autorità in indirizzo risposte e disponibilità. Chiediamo di interloquire, in qualità di Professionisti e Cittadini, su argomenti e problematiche inerenti il nostro territorio quali:
  1. Pratiche inevase di competenza ufficio edilizia privata:
  • l'Ufficio Tecnico-Edilizia Privata- rispetto a molte pratiche presentate, non emette alcuna comunicazione alla parte richiedente, nemmeno lo stato o fase dell’istruttoria  in cui esse si trovano, come previsto per legge, negando di fatto ogni eventuale esercizio da parte del richiedente di far valere i propri diritti;
  • un significativo numero di pratiche non sono inviate presso i competenti uffici es.: ASL per i relativi pareri quando questi sono dovuti per legge;
  • l’attività svolta dall’ufficio tecnico comunale – edilizia privata – ed in particolare i Permessi di Costruire (quanti Permessi di Costruire son stati concessi) rilasciati in quest’ultimo periodo ovvero a partire dalla nomina del Sovraordinato Arch. Scarpolini da parte della Commissione Straordinaria;
  1. Frazionamento di una unità immobiliare senza aumento di volume e superficie:
  • L’ Ufficio Edilizia Privata, secondo un orientamento assunto di recente, ritiene non possibile frazionare le unità immobiliari per civile abitazione in quanto causa di un maggior carico urbanistico e dunque, elemento giustificativo di un potenziale diniego e non come invece, elemento caratterizzante di un tipo di intervento piuttosto che di un altro ( ovvero sottoposta ad autorizzazione gratuita, qualora sia considerata come risanamento conservativo, o al pagamento di oneri, se considerata ristrutturazione);
  • Frazionamento di una unità immobiliare commerciale all’interno della stessa categoria;
  1.  Manutenzione Ordinaria:
  • Tali interventi possono essere eseguiti senza titolo abilitativo, fermo restando il rispetto integrale della vigente disciplina urbanistico - edilizia, di sicurezza statica e delle norme tecniche di settore, ivi comprese le prescrizioni esecutive del R.U.E.C. 9.1 (Art. 3 comma a del DPR 380/01) dell’Ente;
  1. 4.       Rilascio Certificato di agibilità unità immobiliari interessate da domande di condono edilizio (L.47/85; L. 724/94)
Per unità immobiliari interessate da domande di condono edilizio presentate ai sensi delle sopra citate leggi, in corso di definizione, per le quali sono state regolarmente versati oblazione ed oneri concessori, non si comprende un recente orientamento dell’Ufficio Tecnico-Edilizia Privata- di  non rilasciare l’agibilità; ( Commerciabilità del bene :
  • Studio/Circolare N. 5533/C del Consiglio Nazionale del Notariato del 2005 , omississ … in mancanza di un titolo abilitativo già rilasciato ed in presenza invece di una procedura di sanatoria "in itinere", si possa comunque procedere alla stipula di atti di trasferimento o di divisione…. Tali atti sono nulli e non possono essere rogati se da essi non risultino:
     -gli estremi della domanda di condono;      -gli estremi del versamento, in una o più rate, dell’intera somma dovuta a titolo di oblazione e di      contributo concessorio;      - nonchè, per i fabbricati assoggettati ai vincoli di cui all’art. 32 legge 47/1985, l’attestazione dell’avvenuta richiesta alle Autorità competenti dell’espressione del parere in caso di cui alla citata disposizione;
  • Circolare Ministero dei LL.PP.  6 Febbraio 1989, N.142 in ordine alla corretta applicazione dell'art.35, comma 12, della legge 28-2-1985, n.47 secondo il quale, <<decorso il termine perentorio di 24 mesi dalla presentazione della domanda>> di concessione o autorizzazione in sanatoria, <<quest'ultima si intende accolta...>> anche in relazione al disposto dell'art.4, comma 6, del decreto- legge 12-1-1988, n.2, convertito nella legge 13-3-1988 n.68, il quale stabilisce che <<trascorsi trentasei mesi si prescrive l' eventuale diritto al conguaglio o al rimborso spettanti>>.
 
  1. Inesistente attività della commissione BB.AA. per le pratiche di edilizia privata e per le pratiche di condono edilizio;
  2. PUC: da impegni pubblici assunti dall’Amministrazione Prefettizia  il territorio di Castel Volturno avrebbe dovuto già disporre di tale strumento; del resto la presenza dei commissari trova il suo maggiore fondamento nell’assunto secondo cui, sono stati chiamati ad espletare un delicato compito, finalizzato  a ristabilire in primis, le regole della legalità che passano anche attraverso la legalizzazione urbanistica del territorio;
  3. 7.       Pertinenze accessorie di fabbricati dirette o indirette
  • Locali tecnologici, garages, deposito
  1. Valenza del Piano Casa per i comuni come il nostro nella particolare condizione urbanistica in cui si trova( ovvero sprovvisto di strumento urbanistico)?
  2. Impianti Produttivi che secondo un recente orientamento  dell'Ufficio Tecnico – Edilizia Privata- dovrebbero rispettare la doppia conformità cioè quella prevista dalla legge regionale ( legge D’Angelo) e quella del 0,03 metri cubi per metro quadrato;
  3. Sportello Unico per l’Edilizia costituito ma di fatto inesistente;
  4. Usi Civici
  • La ragione per cui sussistono tante difficoltà nel rilasciare le concessioni edilizie in sanatoria (L. 47/85; L. 724/94) per i fabbricati costruiti su terreni di uso civico e di conseguenza della giacenza di numerose pratiche presso l’ufficio condono, è che il territorio di Castel Volturno è costituito in larga parte dalle terre di uso civico provenienti dalla prima grande assegnazione dell’anno 1881 e da quelle di cui alla quotizzazione dell’anno 1933; a tal proposito si ritiene prioritario la risoluzione di tale problematica, naturalmente secondo il dovuto percorso di legge, che auspichiamo possa essere il primo provvedimento del nuovo Responsabile del Settore  Condono e Demanio Arch. Bonaventura PIANESE a cui gli scriventi professionisti, che operano sul territorio di Castel Volturno e che conoscono meglio di chiunque altro le sue problematiche, con la presente, certi di un favorevole riscontro, porgono l’augurio di un proficuo e buon lavoro ed  assicurano piena e qualificata disponibilità in materia.
L’obiettivo che ci prefiggiamo è quello di aprire una rapporto di Collaborazione con l’Ente Comune che possa occorrere a riavviare il volano di fiducia e di produttività per la nostra cittadina. Gli scriventi professionisti di Castel Volturno con molta fatica stanno tentando di aprire un colloquio con la Commissione Straordinaria  cui oggi è affidata il Governo dell’Ente locale a Castel Volturno. Oggi rappresentano, qui e di nuovo, che la loro qualità di Cittadini italiani, di Cittadini di Castel Volturno, di Professionisti li pone , ai sensi di Legge e di Statuto Comunale e nell’ambito degli strumenti propri della Partecipazione, quali validi interlocutori dell’Amministrazione la quale, anche solo in considerazione della lenta agonia di Castel Volturno, non può pensare di omettere il confronto ed assumersi la responsabilità di lasciar cadere questo ennesimo tentativo di operare un risveglio delle volontà e delle coscienze, anche partendo da un confronto ed una nuova efficienza del settore di nostra specifica competenza. Di tanto esprimiamo voti alla Commissione Straordinaria del Comune di Castel Volturno, al Sig. Prefetto, al Sig. Presidente della Giunta Regionale e di tanto restiamo in attesa, al recapito posto in calce al quale saremmo lieti di essere contattati per l’appuntamento così sollecitato. Con osservanza e fiducia. Castel Volturno 25/03/2013 Professionisti di Castel Volturno Professionisti di Castel Volturno c/o  Arch. Daniele Papararo Via Roma n°11 E-mai: daniele.papararo@gmail.com Tel./Fax 0823/764569 Cell. 333/5860688       NOME                                                COGNOME                                               FIRMA   _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________ _______________                            _______________                                   _______________