Cronaca Bianca

LA LETTERA/ Reggia, vergogna senza fine. Meglio privatizzare tutto

Interessante provocazione di un nostro attento e intelligente lettore dopo l'episodio verificatosi stamattina quando tantissimi visitatori sono rimasti fuori a causa dello scioper


Interessante provocazione di un nostro attento e intelligente lettore dopo l'episodio verificatosi stamattina quando tantissimi visitatori sono rimasti fuori a causa dello sciopero. Una notazione sui bagni: alle 10 erano già fetidi e impraticabili. Mi complimento per la tempestività' con cui evidenziate l'ennesima figuraccia che questa nostra città ha collezionato oggi. Come giustamente rilevate, bastava organizzare la riunione sindacale in un altro giorno, visto che di domenica sono tantissimi i turisti che desiderano visitare questo monumento che tutto il mondo ci invidia e che, diciamolo, non meritiamo. È stato penoso vedere tanta gente in attesa ed ascoltare i commenti poco lusinghieri che i visitatori si scambiavano in merito alle nostre capacità organizzative. Delle volte, basta poco per distruggere ulteriormente quello che di buono cerchiamo di realizzare, con grande sforzo ed impegno. Mi si potrà dire che i diritti sindacali sono sacrosanti, che sono il risultato di lotte che per decenni hanno visto l'impegno dei lavoratori, bla bla bla ..... Pienamente d'accordo, ma mi faccio e vi faccio una domanda: cosa c'entra con lo sciopero il fatto che questa mattina alle 10:40, quindi poco dopo l'ingresso, i bagni del parco erano luridi, pieni di assorbenti, cartacce ed altro? Che bella figura .... Forse sarebbe meglio ipotizzare una gestione privatistica del monumento, con prezzi d'ingresso salati, organizzazione merkeliana e.....riunioni sindacali infrasettimanali, magari in orario di chiusura per non arrecare danno all'utenza e quindi alle ns. tasche ( in fondo in fondo e' poi l'utente che paga lo stipendio, o no?). Saluti Giovanni Benedicenti Caserta