Politica

MARCIANISE ALLE ELEZIONI/ Antony Acconcia neo assessore regista dell'operazione di Gaetano Tartaglione. Centrodestra: Polverino insiste su Antonio Tartaglione

Ma De Angelis rimane saldamente in campo con tre liste già pronte. MARCIANISE - Il gran tessitore delle liste civiche che a Maddaloni fanno perno su l'imprenditore Pisani e


Ma De Angelis rimane saldamente in campo con tre liste già pronte. MARCIANISE - Il gran tessitore delle liste civiche che a Maddaloni fanno perno su l'imprenditore Pisani e a Marcianise su Gaetano Tartaglione è sicuramente Antony Acconcia, il quale da qualche giorno, come abbiamo scritto, è diventato assessore al comune di Nocera Inferiore, con il placet di Fratelli d'Italia. Non è un caso, dunque, che proprio Fratelli d'Italia abbia dato il la all'operazione che ha condotto alla candidatura a sindaco di Gaetano Tartaglione. Non è improbabile che in prospettiva lo stesso Acconcia scelga proprio di collocarsi all'interno del partito di Giorgia Meloni. Chiarito il retroscena, la giornata odierna è trascorsa senza grandi sussulti, due candidature certe in campo ci sono: quella di Filippo Fecondo per il centro sinistra e quella di Ciro Foglia, di cui ci siamo occupati diffusamente, che aggrega Udc, i socialisti di Moretta e anche il gruppo di Squeglia. Resta aperta la partita nel centro destra anche se De Angelis ad oggi può già contare su tre liste definite e la quarta in via di definizione. Difficilmente il medico farà un passo in dietro e di questo il Pdl ne deve tener conto. Un Pdl nel quale Polverino al di là dei rilanci tattici su Antimo Ferraro punta ancora sull'ex sindaco, anche lui medico, Antonio Tartaglione, il quale a sua volta asseconda Polverino nel cercare di creare scompiglio nel gruppo che si è aggregato attorno a De Angelis che fa riferimento a Gerardo Trombetta, Paride Amoroso e anche ad alcuni esponenti significativi del Pdl marcianisano che di appoggiare Tartaglione, il quale del Pdl non ha neanche la tessera, non sembrano avere alcuna intenzione. Ieri, sabato, avevamo annunciato una riunione a Napoli presso il coordinamento regionale. L'appuntamento è saltato a causa anche degli impegni dei consiglieri regionali, ma entro martedì, massimo mercoledì, questa situazione dovrà trovare una soluzione. G.G.