Politica

MARCIANISE ALLE ELEZIONI/ Nicola Scognamiglio si sfila dalla “santa alleanza” tra Zinzi e Squeglia. Centro destra per Fratelli d’Italia in lista Gaetano Tartaglione

L’ex parlamentare dei popolari in difficoltà anche con altri suoi esponenti storici, quali Marchesiello, Zarigno e D’Anna. Il cugino di Fecondo, il famoso vigile Lasco, correr


L’ex parlamentare dei popolari in difficoltà anche con altri suoi esponenti storici, quali Marchesiello, Zarigno e D’Anna. Il cugino di Fecondo, il famoso vigile Lasco, correrà a sua volta nella coalizione che candidata a sindaco Ciro Foglia MARCIANISE - Un po' di novità mattutine ci sono: il cartello Zinzi-Squeglia-Moretta più un paio di dissidenti  di area renziana, tra cui l'ormai famoso cugino di Filippo Fecondo, il vigile urbano Lasco, non convince Nicola Scognamiglio e la moglie Maria Luigi Iodice che hanno dimostrato in passato una certa consisitenza  sul piano elettorale. Squeglia si è adattato a questa coalizione ma non potrà contare sull'impegno diretto e determinato di esponenti importanti del suo nucleo storico. A riguardo anche Marchesiello  si va defilando, stesso discorso per Zarigno, per D'Anna e altri ancora. Insomma per fare le liste in appoggio alla candidatura a sindaco di Ciro Foglia ci dovrà pensare soprattutto Zinzi che oltre a concentrarsi su quella dell'Udc e su una civica dovrà chiedere a Ciro Foglia di dare una mano anche alle altre componenti della coalizione. Alla fine saranno 4 o 5, ma occorrerà misurarne la consistenza. Sul fronte centro destra altre notizie di disgregazione. Polverino fa finta di mandare avanti Antimo Ferraro, ma in realtà punta ancora tutto su Antonio Tartaglione. Da quest'altra parte De Angelis può contare ancora sul sostegno di alcune componenti importanti, come quella di Gerardo Trombetta, di Paride Amoroso e del Nuovo Psi. Mentre, per quanto riguarda Fratelli d'Italia da ieri sera si è ufficialmente smarcato nel senso che la new entry Gaetano Tartaglione al momento è anche il candidato sindaco del partito di Gimmy Cangiano. Molti o tutti i destini del centro destra si definiranno, comunque, lunedì mattina, quando Nitto Palma ha convocato coordinatori provinciali parlamentari e consiglieri regionali. Ognuno dovrà giocare a carte scoperte e forze qualcosa ne uscirà fuori. Di questo sindaco 5 stelle Ceiento in pochi conoscono le mosse. Insomma molto c'è da fare ancora.