Cronaca Nera

CASERTA / Rapina in Corso Giannone, 36enne scappa con un Rolex, ma viene arrestato dai Falchi nei capannoni della zona Asi a MARCIANISE

Anche i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno partecipato al periglioso e lungo inseguimento per le vie della città capoluogo. L'uomo era armato di una Beretta caricata a salv


Anche i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno partecipato al periglioso e lungo inseguimento per le vie della città capoluogo. L'uomo era armato di una Beretta caricata a salve   CASERTA/ MARCIANISE- Nel primo pomeriggio, nell’ambito di servizi antirapina, predisposti dalla Questura per fronteggiare il fenomeno delle rapine, anche con l’impiego sinergico di equipaggi di Polizia e Carabinieri, la Squadra Mobile, diretta dal Vice Questore  Alessandro Tocco, ha arrestato, in flagranza di reato, il pregiudicato Crescenzo De Pasquale, 36enne di Napoli. Secondo la ricostruzione dei fatti resa nota in un comunicato della Squadra Mobile, De Pasquale, poco dopo le 14.00, in Corso Giannone a Caserta, insieme ad un complice alla guida di un motociclo, armato di una pistola, ha rapinato un giovane professionista di un orologio Rolex modello “Date just” e di un braccialetto tipo “Tennis” con brillanti. I due malfattori, però, sono stati intercettati da alcune pattuglie della Squadra Mobile, a cui poi si è aggiunto anche un equipaggio del Nucleo Radio Mobile, dopo un lungo inseguimento  lungo la S.s. 265, fino alla zona A.S.I. di Marcianise, durante il quale il passeggero del motociclo in fuga, De Pasquale ha tentanto anche di sparare contro gli agenti. Proprio in queste concitate fasi, superato di alcune centinaia di metri il centro Tarì, la pattuglia dei carabinieri è riuscita ad affiancare il mezzo in fuga e a fermarlo. Nonostante la manovra, il motociclo ha tentato poi di superare la vettura dei carabinieri, impattando contro di essa e rovinando sul selciato insieme ai passeggeri che, senza desistere dalla fuga, hanno tentato di rifugiarsi tra i numerosi capannoni, molti dei quali in stato di abbandono, del complesso industriale. Ma proprio all’interno di uno di essi, poco dopo, De Pasquale è stato arrestato dai Falchi. Vicino al motociclo, è stata rinvenuta e sequestrata l’arma utilizzata dal rapinatore, una replica di una pistola semiautomatica Beretta Mod. 85, cal. 8mm, che aveva due proiettili a salve inseriti nel caricatore.