Economia e Territorio

FIERA AGRICOLA/ Si parte il 24. Caturano: "Una grande occasione di rilancio. Non siamo solo terra di gravi fatti di cronaca"

Stamattina alla conferenza stampa è intervenuto anche Gianni lisi, direttore di Coldiretti Caserta che ha evidenziato come la fiera possa essere opportunità di riscatto per quel


Stamattina alla conferenza stampa è intervenuto anche Gianni lisi, direttore di Coldiretti Caserta che ha evidenziato come la fiera possa essere opportunità di riscatto per quella che viene considerata la cenerentola dell'economia italiana.

COMUNICATO STAMPA - Al via “countdown” per Fiera Agricola 2013 Stamattina la conferenza stampa di presentazione

È ufficialmente partito il conto alla rovescia per la nona edizione di Fiera Agricola, che si terrà a Pastorano dal 24 al 28 aprile 2013. Questa mattina, infatti, all’interno del Polo Fieristico A1Expò di Pastorano, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento, che avrà luogo nello stesso Polo Fieristico. «Tutti i nostri sforzi sono finalizzati alla perfetta riuscita di Fiera Agricola- ha affermato Antimo Caturano – Vogliamo che diventi una vetrina per gli operatori del settore, nonché un’occasione di confronto per ridare slancio all’economia di un territorio che deve essere valorizzato e non ricordato soltanto per spiacevoli fatti di cronaca». «Le associazioni di categoria possono fare del buon marketing territoriale – gli ha fatto eco il direttore di Coldiretti Caserta, Gianni Lisi – E Fiera Agricola rappresenta una grande opportunità in un momento in cui l’agricoltura viene considerata la cenerentola dell’economia italiana. Tuttavia abbiamo dei segnali positivi: basti pensare all’incremento del 5% dei giovani che operano in agricoltura». Il direttore del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, Antonio Lucisano, ha invece posto l’accento sulle conseguenze dell’approvazione del decreto che obbliga gli operatori inseriti nel sistema di controllo della Dop a produrre Mozzarella di Bufala Campana in stabilimenti esclusivamente dedicati a tale produzione. «Abbiamo lanciato un appello – ha spiegato – E in pochissimo tempo abbiamo ricevuto circa tremila sottoscrizioni. Ci auguriamo che all’interno della Fiera potremo partecipare a un convegno sull’argomento, che permetta di tenere alta l’attenzione su un prodotto che è amato e richiesto in tutto il mondo». Ma la Fiera guarda oltre i confini del territorio campano. «In questa fase di prolungata crisi – ha detto il presidente ItalAfrica, Alfredo Cestari –è importante guardare ai mercati emergenti. Per questa ragione parteciperemo alla Fiera con una folta delegazione di ambasciatori e diplomatici dei Governi d’Africa: Lesotho, Sudan, Madagascar, Zimbawe, Somalia, Kenya, Mozambico, Nigeria, Tanzania, Burundi e Sud Africa venerdì 26 aprile presenteranno, nell’ambito del convegno ‘Africa, un Continente da Coltivare’, le concrete e reali opportunità di apertura dei mercati dei Paesi di cui sono espressione alle aziende italiane, attraverso l’illustrazione di favorevoli misure e codici di investimento ideati con il fine di attrarre imprese e know how. Nella nostra visione – ha poi aggiunto - c’è la creazione di un link tra questa manifestazione e l’Expo 2015 di Milano, che si svilupperà sul tema ‘nutrire il pianeta’. Certamente porteremo all’attenzione degli organizzatori la positività dell’esperienza casertana”. Alla conferenza hanno preso parte anche Nunzio Valentino, direttore di Cia Campania – Confederazione Italiana Agricoltori; Angelo Aiezza che, con i fratelli Marucci, ha organizzato le precedenti edizioni della Fiera, nonché il sindaco di Pastorano, Giovanni Diana, il quale si è detto soddisfatto che un evento di tale portata si tenga proprio a Pastorano ed ha per questo fatto i suoi auguri per il buon esito della manifestazione.