Cronaca Nera

ESCLUSIVA / S. MARIA C.V. / CAMORRA - Scarcerati l'ex consigliere comunale Cecere, Rosa Amato e Antonio Stellato

A seguito dell'istanza presentata dall'avvocato della città del Foro, Raffaele Gaetano Crisileo, ieri, poco dopo la mezzanotte, sono stati rimessi in libertà tre degli arrestati


A seguito dell'istanza presentata dall'avvocato della città del Foro, Raffaele Gaetano Crisileo, ieri, poco dopo la mezzanotte, sono stati rimessi in libertà tre degli arrestati nell'operazione del 25 marzo scorso da Tribunale del Riesame. All'esponente politico sammaritano concessi i domiciliari SANTA MARIA CAPUA VETERE -Dopo la  mezzanotte di ieri, mercoledì sono usciti dal carcere di Napoli Secondigliano l'ex consigliere comunale Francesco Cecere, Antonio Stellato e Rosa Amato,  figlia di Antonio e nipote dell'ex capo clan Salvatore Amato, oggi  collaboratore di giustizia . Tutti e tre sono stati rimessi in libertà, nel contempo all'ex consigliere sono stati concessi i domiciliari, mentre per gli altri due non è stata disposta nessuna misura. Accolte  le ragioni difensive del loro legale,  l'avvocato  Raffaele Gaetano Crisileo  che, in una lunga discussione,  ha chiesto ed ha ottenuto l'annullamento  dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 25 marzo scorso,  dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli, il dott.  Pietro Carola che aveva accolto la richiesta dell'Ufficio della Procura della  Direzione Distrettuale di Napoli. Ad emettere l'ordinanza di annullamento del provvedimento carcerario nei confronti di Cecere , Rosa Amato  e  Stellato  è stata l'Ottava Sezione Penale del Tribunale del Riesame di  Napoli, presieduta dal dott.Vincenzo Lomonte. La decisione del Collegio è stata  assunta dopo circa  dieci ore di camera di consiglio. Nei confronti di Francesco Cecere era stata formulata una nuova ipotesi di accusa per usura, aggravata dal metodo camorristico,  che non ha retto però  al vaglio dei Giudici del Tribunale della Libertà al quale l'avvocato Crisileo, peraltro, ha fatto ricorso e dove ha documentato la estraneità ai fatti del proprio assistito ed ha anche allegato all'istanza anche la recente assoluzione dell'ex politico sammaritano, Francesco Cecere,  da parte del Giudice dell'Udienza Preliminare di Napoli,  dott. Andrea Rovida. Stessa ipotesi di usura aggravata dall'art. 7 per favorire un clan camorristico era stata anche formulata anche nei confronti di Stellato  e di sua moglie Rosa Amato detta Rossana. L'avvocato Crisileo, raggiunto  telefonicamente,  ci ha dichiarato : " Sono davvero soddisfatto per il  risultato professionale  ottenuto e soprattutto perchè la tesi tecnica da me  sostenuta  è stata accolta, in punto di diritto, anche se non conosciamo ancora le motivazioni a sostegno dell'ordinanza dei Giudici della Libertà partenopei, che desideriamo leggere al più presto".