Cronaca Bianca

CASERTA / I VIDEO, LE INTERVISTE, LE FOTO E LE VOCI della manifestazione Ascom per la sospensione della Ztl

Le immagini del resoconto di Emilio De Lorenzo sulla riunione in prefettura; le voci di Carbone titolare della gioielleria Oro e di Angelo Cesaro di Redentore Caffé. Il commento


Le immagini del resoconto di Emilio De Lorenzo sulla riunione in prefettura; le voci di Carbone titolare della gioielleria Oro e di Angelo Cesaro di Redentore Caffé. Il commento di Antonello Acconcia, consigliere comunale Udc, dopo il deposito formale di una richiesta di Consiglio comunale: "Ora, non bisogna arroccarsi. Bisogna dialogare e trovare una soluzione" Nella foto la manifestazione in atto dei commercianti del centro di Caserta CASERTA -  Più delle parole scritte questa volta vanno messe a valore le immagini, le istantanee di una manifestazione ordinata e ben riuscita. I video, le voci delle categorie produttive sempre più sofferenti, in una città, che a loro dire è sorda rispetto ai problemi di una crisi che ormai morde le carni di tutti. Erano più di 300 a manifestare per le strade di Caserta e davanti alla prefettura. Più di 300 per chiedere la sospensione della Ztl. Ma, soprattutto il 90% dei negozi di Corso Trieste e dintorni ha aderito alla serrata, nonostante il fatto che l'altra associazione di categoria, cioè la Confesercenti non abbia partecipato alla manifestazione e nonostante qualche manovra di disturbo realizzata nei confronti dei commercianti del primo tratto di Corso Trieste che nei giorni scorsi sarebbero stati rassicurati su un  possibile allentamento della Ztl nell'area in cui insistono i loro negozi. Ma i commercianti non hanno abboccato e proprio in quella zona si è registrata l'adesione più compatta. Se si eccettua la sala giochi per il resto erano tutti chiusi. E proprio il tasto dell'ottima riuscita della manifestazione va a pigiare il consigliere comunale Udc Antonello Acconcia, il quale commenta anche l'iniziativa, assunta sempre dall'Ascom di chiedere formalmente una seduta del Consiglio comunale sull'argomento. "Quello che non bisogna fare, ora è lasciarsi andare ad una visione emotiva o emozionale di quello che è successo oggi. Nulla deve essere determinato da fattori di questo genere. L'economia - spiega Acconcia - in questi ultimi anni di gravissima crisi non è più un elemento, uno strumento per la costruzione del benessere, ma è diventato un fattore attraverso cui si mette in gioco la sopravvivenza di migliaia di imprese e di migliaia di famiglie. Ecco perchè, pur comprendendo le legittime ragioni di altre categorie di cittadini, ritengo che in questo momento la politica debba interpretare con intelligenza avvenimenti come quelli di stamattina. Chiaro - conclude Acconcia - che la Ztl non può essere sospesa così da un giorno all'altro e né è possibile sottovalutare le ragioni di chi chiede una città più vivibile. Ma la politica, come ho detto prima, ha proprio questa missione, quella di produrre sintesi, intelligenti e avanzate a cui si arriva solo attraverso il confronto. L'amministrazione e il consiglio comunale non devono arroccarsi". Alla manifestazione di stamattina, mercoledì, era presente anche l'altro consigliere comunale Luigi Cobianchi, il quale, separatamente, rispetto alle delegazioni dell'Ascom e dei sindacati ha incontrato a sua volta il prefetto esponendo il suo punto di vista sulla questione. G.G. Aggiornamento 12.39 - E' finita la riunione tra i rappresentanti dei commercianti del centro cittadino aderenti all'Ascom, accompagnati da 4 dirigenti delle maggiori sigle sindacali. Il prefetto Pagano ha dichiarato di aver pienamente recepito le istanze dei commercianti, che chiedono la sospensione della Ztl dal lunedì al venerdì. Naturalmente il prefetto si è reso disponibile ad aprire un confronto ampio tra le istituzioni, allargando l'orrizzonte sui problemi del terziario cittadino, collegato anche alle politiche del turismo. Il corteo e la rappresentanza dei commercianti si è spostato ora sotto al comune di Caserta dove sarà protocollata la richiesta di Consiglio comunale.     Aggiornamento 11.49 - Il corteo dei commercianti dopo aver attraversato le strade del centro cittadino è giunto innanzi alla prefettura di Caserta dove una delegazione in questi istanti è stata ricevuta dal prefetto di Caserta. Numerose sono le istanze dei negozianti di Corso Trieste rispetto alla vicenda della Ztl. I commercianti dell'Ascom che hanno aderito allo sciopero e alla serrata vogliono garanzie: modifica degli orari di chiusura al traffico del corso e soprattutto più attenzioni da parte dell'amministrazione comunale.   CASERTA - Stavolta la protesta è riuscita. Non siamo al 100% dei negozi, ma ci siamo molto vicini. Serrata completa in segno di protesta contra una Ztl che ad avviso dei commercianti del centro sta distruggendo la loro attività. Evidente, l'impegno profuso dall'Ascom e dal promoter Emilio Di Lorenzo. E' iniziata da poco la manifestazione dei commercianti che stanno sfilando in circa duecento per le strade del centro cittadino. Nei prossimi minuti dovrebbero raggiungere la prefettura e il comune di Caserta, fortemente presidiato G.G.