Politica

MARCIANISE ALLE ELEZIONI / Tartaglione prova a spaccare il fronte di De Angelis e propone il nome di Antimo Ferraro

Gelida la replica di Gerardo Trombetta: "Opinione personale, non ha titolarità per scegliere il candidato del centrodestra".   MARCIANISE - Antonio Tartaglione, come ab


Gelida la replica di Gerardo Trombetta: "Opinione personale, non ha titolarità per scegliere il candidato del centrodestra".   MARCIANISE - Antonio Tartaglione, come abbiamo già scritto in un altro articolo, è solennemente arrabbiato. Da un paio di giorni Polverino non è più in condizione di garantirgli la candidatura. E allora, perso per perso, gli fa piacere cercare di scompaginare il fronte di quelli che hanno dato il via libera a De Angelis. Forse consigliato dallo stesso Polverino, l'ex sindaco ricorre ad un classico espediente politicista: fa il nome del segretario cittadino del Pdl, in modo da stimolare un'ambizione che nella testa di Antimo Ferraro, che diventa a questo punto la subordinata di Polverino, c'è stata è come l'ambizione, soprattutto nell'ultimo mese. Ma la presa di posizione di Tartaglione non impressione più di tanto quelli del fronte che si è compattato sul nome di De Angelis. Gelida, al riguardo, la dichiarazione di Gerardo Trombetta: "Con tutto il rispetto per il dott. Tartaglione, lui non ha alcuna titolarità politica per indicare il candidato comune del centrodestra. La sua è solo una opinione personale. Il candidato deve essere espressione del Pdl e deve uscire - conclude Trombetta - da un concorso collegiale tra tutte le componenti della coalizione". G.G. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DI ANTONIO TARTAGLIONE

“Sin dalla nascita del gruppo Marcianise Più intento unanime è stato quello di dar vita a una coalizione coesa costituita da forze omogenee di centrodestra che proseguisse nel lavoro compiuto durante la passata amministrazione.

In nessun caso ho posto come condizione imprescindibile la mia candidatura a sindaco per le prossime elezioni amministrative. Forte era in me, e lo è tuttora, la volontà di tenere unite le forze sane che hanno a cuore le sorti della nostra città. Ciò nonostante, da più parti si ventilava la possibilità di un mio nuovo impegno a capo della coalizione di centrodestra. Quando ho registrato qualche posizione di contrasto ad una eventuale mia nuova candidatura, sempre per il bene della coalizione ho deciso di fare un passo indietro per favorire poi una sintesi tra tutte le forze perché si individuasse un candidato sulla cui figura vi fosse piena condivisione.

Questa mia scelta doveva essere da esempio per tutti coloro che ancora oggi si affannano per perseguire logiche solo personalistiche e partitiche e non nell’esclusivo interesse della città.

Siamo arrivati a circa 15 giorni dalla presentazione delle liste e ancora dobbiamo assistere a dispendiose discussioni tra i vari gruppi per la scelta del candidato sindaco senza che alcuno si preoccupi di spiegare ai cittadini cosa vuole fare per continuare a far crescere la nostra Marcianise.

L’attuale situazione di stallo rischia di riconsegnare la città al centrosinistra e di riportarci alla vecchia politica. Ritengo opportuno individuare tra i giovani del centrodestra una figura capace di proseguire nella realizzazione del progetto di rinnovamento avviato durante la passata amministrazione. Antimo Ferraro, attuale coordinatore del pdl cittadino, credo abbia i requisiti per poter lavorare in questa direzione anche lui con trasparenza e onestà.”

Dott. Antonio Tartaglione