Cronaca Bianca

Il giudice Magi: "Se lo stato abbassa le tasse le imprese sono meno ricattabili dalla camorra"

Il magistrato che ha scritto la sentenza di Spartacus ospite a Caiazzo al convengno del liceo Covelli     CAIAZZO - “In terra di lavoro abbiamo fatto grandi passi


Il magistrato che ha scritto la sentenza di Spartacus ospite a Caiazzo al convengno del liceo Covelli     CAIAZZO - “In terra di lavoro abbiamo fatto grandi passi avanti nella lotta alla criminalità organizzata, ma la strada da percorrere è ancora lunga.  Lo Stato abbassando l’imposizione fiscale mette in condizione le imprese di non subire i ricatti della Camorra”.  Lo ha detto Raffaele Magi  a conclusione della settimana dello studente  voluta dalla dirigente scolastica Anna Antonia Riccio del Liceo Covelli di Caiazzo. La manifestazione ha avuto come sede il Palazzo Mazziotti messo a disposizione della municipalità Caiatina ed ha visto fattiva collaborazione del Centro Studi ed Alta Formazione Maestri del Lavoro d’Italia e la presenza degli insigniti Luigi Ottaiano e Giovanni Izzo. Legalità è costituzione i temi che hanno affrontato relatori e  studenti. Nella giornata di venerdì, il dott. Mauro Nemesio Rossi presidente del CeSAF ha parlato delle origini della Costituzione, mostrando dei filmati d’epoca della “Settimana Incom”, mentre lo studioso dott. Luigi Cobianchi  che gestisce a Caserta  la prima scuola politica, ha illustrato ai ragazzi la Costituzione formale ed i suoi principi ispiratori che rappresentano il compromesso tra marxismo, liberalismo e cattolicesimo. Il giudice Magi nella sua conversazione ha affrontato temi di grande attualità specie quelli riguardanti i rapporti  tra politica e camorra e camorra ed economia. Ha dimostrato come l’illegalità  è una delle cause dell’arretratezza del territorio.  Molte domande sono giunte dal folto gruppo di studenti, tutte legate all’attività del magistrato e al suo lavoro come estensore dei maggiori processi di Camorra che si sono avuti a partire dagli anno ottanta fino ad oggi. Il giudice è stato introdotto dall’avvocato Francesco Vosile presidente del Consiglio di Istituto. “Sono occasioni  di grande valenza culturale – ha commentato la preside Riccio – Questo dimostra come le associazioni culturali e le istituzioni locali sono vicino agli studenti. Uno sforzo  ed una sinergia congiunta Scuola- Società che e la strada maestra per uscire dalla crisi in del mezzogiorno che non è solo crisi economica, ma di pensiero, di etica e di cultura.” La settimana della cultura del Liceo Covelli ha avuto inizio il 3 aprile  quando le classi  del biennio hanno visitato la Reggia di Caserta, mentre  le classi del triennio, dopo le prime due ore di lezione, sono stata accompagnate. alla Palestra Polisportiva Comunale di Caiazzo per le  attività sportive. Nella mattinata di sabato  oltre al dibatto con il giudice Magi i ragazzi hanno assistito alla rappresentazione teatrale “Ci possono offrire qualcosa?” tratta da alcune intuizioni dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Emanuele Borsellino. Manero