Politica

La Petrenga diserta la presentazione dei candidati a Sindaco. Ma c'è il primo gesto distensivo: Romano ha fatto dimettere la Del Basso a Capua

Carlo Sarro si è presentato, pur condividendo i malumiori della sua collega che invece non si è vista durante la conferenza stampa che ha formalizzato i nomi di Rosa De Lucia, p


Carlo Sarro si è presentato, pur condividendo i malumiori della sua collega che invece non si è vista durante la conferenza stampa che ha formalizzato i nomi di Rosa De Lucia, per Maddaloni, e di Raffaele Palmieri, a San Felice a Cancello. Ora la partita si sposta sul problema della colleggialità a partire dal caso Marcianise. CASERTA - Carlo Sarro non è uno abituato ad alzare il ditino, né ad armare prese di posizione mantenendo rigidamente il punto. Stamattina (sono le 13.10 e l'evento è ancora in corso) si è presentato, pur controvoglia, alla conferenza stampa organizzata dal Pdl casertano allo scopo di ufficializzare le candidature a Sindaco di Maddaloni, di Rosa De Lucia, e di San Felice a Cancello, di Raffaele Palmieri. Sarro c'era mentre Giovanna Petrenga non si è presentata e nemmeno ha spedito una giustificazione di maniera. Non si è presentata, perchè queste candidature sono state decise senza che nessuno la interpellasse. Problema di metodo. Problema di forma che, per la Petrenga, un po' meno tenera caratterialmente rispetto a Sarro, diventa sostanza. Dunque il Pdl conferma le sue divisioni, acuitesi dopo il blitz della nomina di una trentina di coordinatori cittadini, usciti dalle imposizioni di Polverino, di Romano e di Giuliano senza che né Sarro, né la Petrenga venissero coinvolti. Non coinvolti e anche un po' bistrattati, visto che alcune proposte fatte dai due parlamentari sono state bocciate e non prese in considerazione da Pasquale Giuliano aprendo, in questo modo, un vulnus molto pericoloso per la tenuta del maggior partito del centrodestra in Provincia di Caserta. Nitto Palma cerca di mediare. Stamattina un avvenimento che potrebbe iniettare un po' di tranquillante nei rapporti interni al Pdl si è verificato: la coordinatrice cittadina di Capua, la signora Del Basso, che Paolo Romano aveva messo a cannoneggiare il Sindaco Carmine Antropoli, si è dimessa, come il presidente del consiglio regionale aveva promesso a Nitto Palma nell'ultima riunione svoltasi a Napoli. Questo è il quadro. Domani è un altro giorno e molto conterà quello che succederà sulla piazza di Marcianise, dove i polveriniani spingono, ma non sono forti a sufficienza, per imporre il nome di Antonio Tartaglione come candidato Sindaco. Gianluigi Guarino