Cronaca Nera

E' morto Mignacca, l'uomo che tentò di incendiare la Reggia. Il nostro ricordo di quelle ore

Successe in una notte del 1999. Il giornale per cui scrivevo, grazie ad uno scoop del valoroso collega Roberto Paolo fu il primo a dare notizia del nome dell'aviere che oggi ha pe


Successe in una notte del 1999. Il giornale per cui scrivevo, grazie ad uno scoop del valoroso collega Roberto Paolo fu il primo a dare notizia del nome dell'aviere che oggi ha perso la vita in un incidente stradale a CARINOLA   CARINOLA - Aveva querelato anche il sottoscritto per un articolo in cui, per errore compariva la sua foto. Una querela che si chiuse con un'assoluzione. Ecco perchè a me il nome di Epifanio Mignacca mi è ancor più noto di quanto non lo sia ai casertani, che lo incrociarono in una notte del 1999 quando l'allora aviere provocò un grave incendio che attaccò gli spazi del sottotetto della Reggia. Oggi, Emiliano Mignacca, 34 anni ha messo fine alla sua vita, in un tragico incidente stradale che ha coinvolto la sua autovettura a Carinola. Di quei giorni ricordo anche lo scoop di un valoroso collega, Roberto Paolo, oggi, coraggioso componente della cooperativa di giornalisti che sta provando a salvare il ROMA. Roberto Paolo sulla Nuova Gazzetta di Caserta, che al tempo usciva in abbinamento proprio con il ROMA svelò in antemprima nazionale il nome di Mignacca come indagato di quell'episodio. Successe di tutto. Fu perquisita la redazione, la casa di Roberto Paolo, tra l'altro coniugato con un magistrato e mi ricordo pure che l'allora direttore Pasquale Clemente scrisse un editoriale di fuoco contro i giudici della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. G.G.