Cronaca Nera

Incastrata la pirata della strada che per poco non ha ammazzato una mamma di San Potito

Si tratta di una 30enne del posto che nella serata di Venerdì Santo ha travolto Fiorentina Peluso sulla strada che collega il piccolo centro a Piedimonte Matese. Decisivo un pezz


Si tratta di una 30enne del posto che nella serata di Venerdì Santo ha travolto Fiorentina Peluso sulla strada che collega il piccolo centro a Piedimonte Matese. Decisivo un pezzo della fiat Stilo della donna, caduto in seguito all'urto   SAN POTITO - E’ una donna di San Potito Sannitico, N.C., 30enne, la responsabile dell’investimento di Fiorentina Peluso, avvenuto la sera del 29 marzo scorso proprio sulla via Provinciale tra Piedimonte e San Potito. La vittima è tutt’ora ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Salerno, dove fu trasferita la stessa notte dall’ospedale di Piedimonte Matese. Le indagini immediatamente avviate dai Carabinieri, dopo che l’investitore si dette ad una precipitosa fuga, portarono in poche ore ad identificare il tipo di autovettura, una Fiat Stilo, che sul luogo dell’investimento aveva perso un pezzo del paraurti anteriore. Poi la visione di alcune immagini estrapolate da varie telecamere di uffici pubblici e negozi privati lungo il tratto stradale che collega Piedimonte Matese con San Potito Sannitico hanno portato i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Piedimonte Matese a raccogliere ulteriori elementi utili alle indagini. Questa mattina l’epilogo della vicenda con l’identificazione del pirata della strada che ha confessato ai Carabinieri, che in quella terribile serata era proprio lei alla guida dell’auto killer. Ora la 30enne dovrà rispondere di lesioni personali gravi e omissione di soccorso, nei suoi confronti è scattato inoltre il sequestro del veicolo e il ritiro immediato dei documenti di guida e di circolazione.