Cronaca Bianca

AVERSA / Sagliocco blinda col suo fedelissimo Rossi la commissione che affida l'incarico davanti al giudice di Pace ad un avvocato di S. MARCELLINO

Hanno partecipato in 20, ma solo uno ha vinto. Criteri di scelta molto discrezionali: il primo cittadino non ha delegato l'assessore al Contenzioso Panico   AVERSA - Non è


Hanno partecipato in 20, ma solo uno ha vinto. Criteri di scelta molto discrezionali: il primo cittadino non ha delegato l'assessore al Contenzioso Panico   AVERSA - Non è un compenso da far tremare i polsi, ma di questi tempi è già qualcosa. Un certo avvocato Fabozzi di San Marcellino rappresenterà il Comune di Aversa in tutti i contenziosi che lo oppongono ad enti e cittadini davanti al giudice di Pace. 17mila euro complessivi. Al bando hanno risposto una ventina, però, a dimostrazione che anche queste cifre hanno il loro significato, soprattutto di questi tempi. Il fatto che il sindaco Sagliocco abbia seguito direttamente questa vicenda è dimostrato dalla scelta del suo delegato all'interno della commissione che con criteri molto, molto, forse troppo discrezionali (l'unico requisito richiesto era, infatti, l'iscrizione all'ordine degli avvocati) ha proceduto alla scelta del fortunato. In effetti, in commissione non c'è andata, come poteva apparire anche naturale, l'assessora al contenzioso Romilda Balivo, ma l'assessore al Bilancio e alle Finanze, Guido Rossi, uomo di assoluta ed incrollabile fiducia del sindaco Sagliocco. Pare che qualcuno degli altri partecipanti al bando abbia mugugnato non poco. Vedremo gli sviluppi. G.G.