Politica

S. MARIA C.V. / Che scherzetto Di Muro e Stellato a Troianiello e Munno: giunta più larga se entrate voi consiglieri

Con questa condizione molti bollori si sono estinti. D'altronde al sindaco e all'avvocato converrebbe un'operazione del genere, visto che questo consentirebbe l'ingresso in Consig


Con questa condizione molti bollori si sono estinti. D'altronde al sindaco e all'avvocato converrebbe un'operazione del genere, visto che questo consentirebbe l'ingresso in Consiglio dei loro due fedelissimi Buscetto e Alabisio   SANTA MARIA CAPUA VETERE - Sembrava tutto fatto, ma in realtà tutto fatto non è, perchè il sindaco Di Muro e Giuseppe Stellato avevano pronta una condizione che ha estinto molti dei bollenti spiriti di quelli che da mesi e mesi propugnano l'allargamento della giunta comunale. Volete più assessori? Hanno detto Stellato e Di Muro. Bene, allora in giunta entrate voi consiglieri. A questo punto, i vari Troianiello e Munno hanno tentennato. Di Di Muro non si fidano. Sanno che il sindaco diventerebbe l'unico artefice del loro destino qualora si dimettessero da consiglieri comunali. D'Altronde, la condizione posta dal sindaco e da Stellato non è semplicemente strumentale alla volontà di frenare un'allargamento di cui non sono mai stati entusiasti. Se entrassero in giunta i consiglieri, infatti, al posto di Troianiello, in Consiglio entrerebbe Buscetto,  fedelissimo di Giuseppe Stellato, mentre per i Sammaritani entrerebbe, manco a dirlo Alabisio, il gettonatissimo imprenditore e recordman di somme urgenze, che considerare Dimuriano è dire poco. Comunque questa novità della condizione posta dal sindaco e da Stellato ha frenato la realizzazione dell'allargamento, ponendo in secondo ordine anche le istanze ulteriori provenienti dal gruppo de I Sammaritani, i quali vorrebbero mettere in discussione le deleghe pesantissime dell'urbanistica e della Mobilità urbana, che Di Muro e Nicola Leone non hanno alcuna intenzione di cedere loro. G.G.