Politica

Che baruffa a TRENTOLA tra il sindaco Griffo, gli assessori Misso e Grassia da una parte e Andrea Sagliocco dall'altra

Emergono i veri retroscena delle dimissioni del medico che ora potrebbe passare nelle file della minoranza   TRENTOLA DUCENTA - Il sindaco Michele Griffo sempre molto att


Emergono i veri retroscena delle dimissioni del medico che ora potrebbe passare nelle file della minoranza   TRENTOLA DUCENTA - Il sindaco Michele Griffo sempre molto attento nell'orientare nella direzione, a lui più favorevole, i flussi dell'informazione, ha lavorato per minimizzare i motivi delle dimissioni del suo assessore comunale Andrea Sagliocco. Si è detto o si è fatto scrivere che il medico si sarebbe dimesso per motivi personali, legati ad impegni lavorativi. Ma in realtà le cose sono andate in maniera un po' diversa. Sembrerebbe, infatti, che alla base della rottura vi sarebbe la riscontrata impossibilità, da parte dell'assessore Sagliocco, di svolgere le proprie funzioni amministrative nella maniera in cui lui desidererebbe. Sagliocco avrebbe lamentato l'apposizione di continui ostacoli da parte del primo cittadino. D'Altronde, si sa che Michele Griffo è uno a cui piace comandare più che amministrare. Ma le divergenze non avrebbero riguardato solo Andrea Sagliocco e Griffo, dato che l'assessore dimissionario sarebbe arrivato spesso allo scontro con un fedelissimo del sindaco, l'assessore Misso, da poco, tra l'altro, assunto nell'ospedale Civile di Caserta. Altro grumo di tensione è quello che si è addensato nei rapporti tra Sagliocco e un altro suo collega di giunta, Amedeo Grassia, il cui figliolo è stato assunto l'anno scorso nella società di riscossione tributi, la IAP. Da voci che pure si inseguono in queste ore non si esclude un passaggio di Andrea Sagliocco nelle file dell'opposizione. Gianluigi Guarino