Cronaca Nera

Cosentino, un caffé prima del carcere: "Non ho ancora deciso se da detenuto sarò presente ai processi"

Mattinata serena per l'ex sottosegretario, che è uscito dalla sua abitazione di via Tescione insieme al senatore Enzo D'Anna e ad un altro amico. Successivamente, la visita di Gi


Mattinata serena per l'ex sottosegretario, che è uscito dalla sua abitazione di via Tescione insieme al senatore Enzo D'Anna e ad un altro amico. Successivamente, la visita di Giovanna Petrenga. Confermato: "Entrerò in cella tra venerdì e sabato"   CASERTA - Sereno, almeno apparentemente, Nicola Cosentino in attesa della scadenza delle sue prerogative di parlamentare riceve la visita di amici. Sono le 12.30 di questa mattina, mercoledì, quando dalla sua abitazione di via Tescione, a 20 metri dalla redazione di Casertace, Cosentino esce  in compagnia di un conoscente e del neo senatore Enzo D'Anna, che era andato a trovarlo. I tre vanno al bar per prendere un caffe' e l'ex sottosegretario non si sottrae all'incontro con i giornalisti. Non ha ancora deciso se da detenuto continuera' a presenziare alle udienze dei suoi due processi. "Questo non l'ho ancora deciso", dice. Cosentino ha confermato che il suo ingresso in carcere avverra' tra venerdi' e sabato, appena si insedia il nuovo parlamento. L'ex coordinatore campano del Pdl e' sotto processo a Santa Maria Capua Vetere per concorso esterno in associazione mafiosa e per corruzione e reimpiego di capitali illeciti in un altro processo. Il 4 marzo scorso i giudici sammaritani avevano rigettato l'istanza di revoca della misura cautelare per l'ex deputato colpito da due ordinanze del 2009 e del 2011. A far visita a Cosentino oggi anche la parlamentare Pdl Giovanna Petrenga, accompagnata da due persone.