Politica

MONDRAGONE. Sindaco Pacifico, sono finiti i parenti di Nicol Filosa? Dopo il papà con la Vigisat, ora anche lo zio carrozziere becca un affidamento

Pacifico, Filosa

La speranza è che la cambiale elettorale sia stata a questo punto saldata, naturalmente con i soldi dei cittadini


MONDRAGONE - Loro, cioè quelli dell'amministrazione comunale, continueranno tranquillamente a fare quello che si fa abitualmente qui da noi, dove chi va a comandare in un Comune produce affidamenti e prebende a raffica ai parenti dei consiglieri ed agli amici degli amici.

Così fan tutti. E così fa anche Pacifico che, evidentemente, che sconta qualche cambiale firmata durante la campagna elettorale. Più di un mese fa abbiamo scritto un articolo su un affidamneto dato a Paolo Filosa, papà di Nicole Filosa. L'imprenditore, con la sua Vigisat, ottenne l'affidamento della guardiania al palazzetto dello sport.

Ora, per completare il quadro, un breve inciso: Nicole Filosa, la quale non deve arrabbiarsi sia lei che i parenti, altrimenti stavolta ci arrabbiamo noi, nel momento in cui pubblichiamo la sua foto, visto e considerato che la Filosa si è candidata pubblicamente alle elezioni comunali e dunque non c'è alcun motivo, né giuridico, né di opportunità per evitare di pubblicare la sua immagine.

Non è che la mettiamo per sport, per sfotterla. C'è un motivo concreto, serio che attiene all'uso del pubblico danaro da parte di chi amministra la città. Abbiamo scovato, infatti, questa determina da cui si deduce che anche lo zio di Nicole Filosa, Antonio Filosa, riceve affidamenti diretti con la sua autocarrozzeria e nella quale si deduce che avrebbe rifatto la scocca dell'auto dei vigili urbani per la cifra di 1096 euro iva compresa.

A noi, questa politica e questo modo di gestire le pubbliche risorse non piace. Ci rendiamo conto che si tratta dell'unico modo conosciuto dal nostro ceto politico. Non a caso, la provincia di Caserta sta combinata come sta combinata.

 

clicca qui per leggere la determina