Cronaca Bianca

AVERSA / Basta gazebo selvaggio. Ecco come dovranno essere secondo Ninì Migliaccio

COMUNICATO STAMPA - Per l'assessore all'Urbanistica dovranno essere solo rimovibili, con colori e dimensioni ben precisi   AVERSA - La commissione Statuto, costituita dai capigr


COMUNICATO STAMPA - Per l'assessore all'Urbanistica dovranno essere solo rimovibili, con colori e dimensioni ben precisi

 

AVERSA - La commissione Statuto, costituita dai capigruppo consiliari, nonché dal presidente del consiglio comunale e dal sindaco, ha analizzato il regolamento relativo ai cosidetti ‘dehors’, ossia i gazebo. All’incontro ha partecipato il sindaco, Giuseppe Sagliocco, l’assessore all’urbanistica Ninì Migliaccio ed il dirgente Alessandro Diana.

L’Assessore Migliaccio, in via preliminare, ha evidenziato che “il regolamento in esame costituisce un primo strumento operativo per rimettere ordine in un settore, ove l’assenza di regole di riferimento ad oggi ha impedito al Comune di operare un costante ed incisivo controllo, rendendo  le strutture autorizzabili sul territorio omogenee sia sotto il profilo della dimensione che della tipologia, per evitare situazioni che in alcuni casi incidono negativamente sullo stesso decoro urbano”. Migliaccio, poi, ha illustrato le caratteristiche di cui dovranno essere fornite le nuove strutture, ovvero “devono essere caratterizzate da facile rimovibilità e devono essere dirette esclusivamente a soddisfare l’esigenza temporanea legata all’attività di somministrazione di alimenti e bevande. L’elemento di arredo deve rispettare le caratteristiche  formali, tecnico dimensionali, dei materiali e dei colori riportati nel regolamento”. “Apprezzo il lavoro svolto fin qui dalla Commissione consiliare permanete all’urabnistica – ha detto il sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco e ha evidenziato come- sia necessario dotarsi di un regolamento per evitare il perpetrasi di situazioni che sfuggono a qualsiasi controllo e che rendono di difficile applicazione anche interventi repressivi e sanzionatori”. Ed ancora: “Il settore della Polizia Municipale ha avviato una ricognizione sul territorio ed ha già provveduto a verbalizzare alcuni dehors non conformi alle disposizioni in materia di codice della strada o in assenza di autorizzazioni. Nel contempo bisogna arrivare alla definizione di regole oggettive che rappresentano un obiettivo primario di questa Amministrazione anche perché si interviene su spazi sottratti all’uso pubblico, per cui vanno sempre contemperate sia  le esigenze degli operatori del settore e  sia le esigenze della collettività, secondo un equilibrato rapporto, evitando situazioni che possano incidere negativamente sui livelli di vivibilità e sicurezza del territorio”.

La commissione statuto, vista la necessità di apporre alcune modifiche al regolamento, si riunirà nuovamente martedì prossimo prima di licenziare lo statuto che poi sarà al vaglio del Consiglio Comunale per la defintiva approvazione.