Politica

IL VOTO GRILLINO A CASERTA / Boom nei piccoli centri, over 20% in quelli più grandi

Una rapida carrellata del partito che ha superato il Pd, diventando la seconda forza politica della provincia. Male nel territorio dei Mazzoni. Nel paese della neo senatrice Moron


Una rapida carrellata del partito che ha superato il Pd, diventando la seconda forza politica della provincia. Male nel territorio dei Mazzoni. Nel paese della neo senatrice Moronese, percentuali "normali"   CASERTA - I grillini casertani sono riusciti a conquistare, alla Camera, nell'ambito provinciale, un 21,61%, battendo il Pd fermatosi al 19 ,49% e piazzandosi al secondo posto dietro al Pdl. In Campania 2, dopo la provincia di Benevento, questo è il migliore dato ottenuto per il Movimento Cinque Stelle che nel territorio casertano ha registrato punti di forza nei piccoli centri e una media compresa tra il 20-23% nelle grandi città. A Caserta capoluogo i grillini hanno conquistatato un solido 23,52%, mentre a Santa Maria Capua Vetere il partito dell'antipolitica ha chiuso la campagna elettorale al 21,86, battendo il Pd locale, arrestatosi intorno al 20%. Bene anche ad Aversa con un lodevole 22,38 e a Marcianise con il 24% dei consensi. A Maddaloni, altro centro urbano di rilevanza provinciale, Cinque Stelle è andato un pò sotto la media. E' andata male invece nei comuni della Terra dei Mazzoni e del Basso Volturno, nonchè in alcuni centri dell'Agro Aversano dove il movimento di Grillo è riuscito ad ottenere a stento il 13% (Cancello ed Arnone, Falciano Del Massico e Villa Literno). Boom di voti nei piccoli centri quali Letino, San Pietro Infine e Baia e Latina dove la media è salita al di sopra del 32%. Bene anche sul litorale domizio tra Castel Volturno e Mondragone i grillini hanno incassato il 20% dei consensi in media, fagocitando i voti ottenuti dal Pd. A San Prisco, città della nuova senatrice grillina, Vilma Moronese, al Senato della Repubblica il partito di Grillo ha si è assestato al 22,97%. Massimiliano Ive