Politica

La Sgambato quasi deputata grazie all'opzione di Letta e all'esclusione di Nicola Caputo

A metà spoglio per la Camera, prende piede l'ipotesi che Casertace vi ha descritto con i disegnini da un mese a questa parte. 13 al Pd e 2 a Sel. Dentro anche Pina Picierno &nbs


A metà spoglio per la Camera, prende piede l'ipotesi che Casertace vi ha descritto con i disegnini da un mese a questa parte. 13 al Pd e 2 a Sel. Dentro anche Pina Picierno   CASERTA - Alla Camera il vantaggio sui dati reali a metà delle schede scrutinate è di poco meno di  3 punti tra Centro Sinistra e Centro Destra. Una situazione che pur prevedendosi, secondo le proiezioni un ulteriore assottigliamento del distacco dovrebbe consentire, seppur di poco al centro sinistra di aggiudicarsi il premio di maggioranza nazionale. Guardando il dato complessivo del Pd che si attesta a circa al 26,53% e rapportandolo a quello di Campania 2 (24,02), facendo la stessa operazione con Sel che naviga sul 3 e rotti per cento, sia a livello nazionale che a livello di Campania 2, possiamo dire che è molto probabile che si avveri la possibilità dei 13 eletti nella lista Pd a fronte dei 2 eletti nella lista Sel. Questo consentirebbe l'elezione a Pina Picierno e anche a Camilla Sgambato, candidata col numero 14 che si avvantaggerebbe però della quasi certa opzione di Enrico Letta per un'altra circoscrizione. Va detto che si è avverato precisamente quello che scrivemmo un mese fa. Nel pomeriggio in cui, Nicola Caputo fu escluso dalla lista. La Sgambato sarebbe diventata deputata solo grazie a questa esclusione.