Politica

Affissioni selvagge a MONDRAGONE, Burrelli (Sel) denuncia: "Qui non si rispettano più le regole"

Monta la polemica sullo spazio pubblicitario concesso al numero 22 per il partito di Vendola. "A Mondragone - lamenta il vendoliano - succede spesso e nessuno interviene". MONDRA


Monta la polemica sullo spazio pubblicitario concesso al numero 22 per il partito di Vendola. "A Mondragone - lamenta il vendoliano - succede spesso e nessuno interviene".

MONDRAGONE - COMUNICATO STAMPA - “Ogni elezione la stessa storia” afferma Giancarlo Burrelli – presidente del locale circolo di Sinistra Ecologia Libertà  “ i cartelloni dedicati alle affissioni elettorali sono un campo di battaglia di squadre, locali e non, dove tutto è permesso. Anche quest’anno nessun rispetto delle regole, soprusi nei confronti dei competitor, spreco di carta e risorse, inquinamento e sporcizia.

A noi di Sinistra Ecologia Libertà era affidato uno spazio, il 22, come a tutte le altre forze in competizione. Ma, sistematicamente, siamo stati “travolti dall’orda” degli attacchini selvaggi. Con pazienza i nostri volontari (non i prezzolati) hanno ripristinato quanto ci spettava. Di nuovo l’orda selvaggia. Comunicazioni, denunce, sollecitazioni alle Autorità: non si è mossa una virgola.

Ma l’aspetto che più ci sconvolge è la reazione di chi dovrebbe garantire le regole: “purtroppo è sempre così ad ogni elezione”!

Comprendiamo, e non condividiamo, “l’arretramento democratico” del nostro Paese Italia e della nostra Città ma ci inorridisce la trasformazione antropologica di cui molti sono vittima. Spesso anche i Partiti che, a parole, sostengono il contrario. Una abitudine alla bruttezza ed allo scempio, un arretramento verso forme minime di sopravvivenza! Nessuna protesta, nessuna indignazione, tranne quella del M5S che abbiamo apprezzato.

Ordunque, se non c’è la sensibilità a distinguere tra la Regola ed il sopruso su queste piccole cose vuol dire che la nostra anima è ormai rinsecchita. Piano piano saremo disposti a giustificare tutto. Purché si riesca a sopravvivere in questa deriva verso l’ignavia. Per un individuo con questi sentimenti il voto equivale ad un caffè offerto mentre l’esercizio di cittadinanza e la dignità sono un concetto incomprensibile.

   Sinistra Ecologia e Libertà

  Circolo di Mondragone