Sport

CASERTANA/ Tripletta di Palumbo. Sfatato il tabù Pinto

Stavolta falchetti concentrati con il bomber in grande spolvero.  Meglio del solito la difesa.   CASERTA - La Casertana annichilisce il Porto Torres per 3-1. Protagonist


Stavolta falchetti concentrati con il bomber in grande spolvero.  Meglio del solito la difesa.   CASERTA - La Casertana annichilisce il Porto Torres per 3-1. Protagonista del match è il bomber Roberto Palumbo, autore di una tripletta. Da elogiare, però, è l'intera squadra, capace di mettere in campo quella grinta mista a determinazione che ha permesso di mettere spalle al muro il Porto Torres, dal primo all'ultimo minuto di gioco. Un pressing forsennato, una difesa che ha accompagnato il resto della squadra in maniera perfetta e non ha mai subito alcuna pressione. Finalmente finisce, dopo 3 turni di digiuno, il tabù Pinto. Raccolti tre punti fondamentali nella corsa alla promozione e che regala un po' di continuità. La sensazione è che però, questa sia la vittoria di Vincenzo Maiuri. Partita preparata alla perfezione e un carica agonistica trasmessa ad hoc alla propria formazione. Forse, esonerarlo, è stato il più grande male, tra gli altri, subiti dalla formazione Rossoblù.   La partita - Il mister della Casertana, Vincenzo Maiuri, per grandi linee, conferma le indiscrezioni della vigilia con l'unica novità di escludere dagli undici iniziale il centravanti Gennaro Esposito, preferendogli Bonanno. Dunque, Rossoblù schierati con il 4-2-3-1 tanto caro al mister richiamato dopo il secondo esonero di Di Nola. L'unica punta dei Falchetti è il bomber Palumbo. I altri due trequisti, oltre a Bonanno, sono Ancione, che agisce in zona centrale e Varsi, sull'esterno sinistro. A centrocampo preferito ancora il baby Chiavazzo a Corsale, con Toscano non recuperato, che non si accomoda neanche in panchina, e Ruscio che gli fa da spalla. Sugli esterni bassi Cirillo e D'Alterio. I centrali sono Scognamiglio e Pasquale Esposito. Il Porto Torres, invece si affida ai giocatori più esperti come Fini e De Martis, entrambi ex dell'ultimo Ascoli che ha militato in Serie A. Assente il cannoniere Frau.   Nel pre-partita da segnale quattro episodi importanti: in primis la presenza, a bordo campo, del primo cittadino Del Gaudio, a caricare la squadra. Poi, dagli spalti, c'è gente che si affida al sale pur di interrompere il tabù Pinto, l'abbraccio tra il mister casertano Maiuri e Fini. Ed infine, la Casertana, ed i suoi tifosi, salutano con affetto la piccola Miryam. La partita inizia subito con la Casertana che vuole scrollarsi di dosso le paure di turno. Al quinto minuto è clamorosa l'occasione capitata ad Ancione che soffia palla all'estremo difensore di riserva dei Sardi, Fracassi (il primo portiere Pinna è squalificato), e a porta praticamente sguarnita, con Palumbo solo al suo fianco, riesce nell'ardua impresa di tirare addosso al difensore Serao, appostato come ultimo baluardo sulla linea di porta. Ma i Rossoblù sono vivi e spingono. Altra piccola incertezza, al decimo, di Fracassi, ma Palumbo e Bonanno si infastidiscono a vicenda. Poi, al 10' ed al 12', tiri di Ancione e Palumbo che non sortiscono gli effetti sperati. Il Porto Torres, dopo aver passato il primo quarto d'ora in apnea, prova a tirarsi fuori dalla propria metà campo, tuttavia senza buoni risultati. L'unico a dare un po' di ordine ai Sardi è il classe '74 Fini. La Casertana, però, pressa alto e minimizza le possibilità di costruire gioco degli ospiti. Infatti, al diciottesimo, è di nuovo la Casertana a farsi pericolosa con un incursione laterale di Ancione che serve al centro per Varsi, che cicca il diagonale. Nella fase centrale del primo tempo, il Porto Torres, prende le misure della Casertana e si arrocca in difesa, puntando sul contropiede. Al minuto 25 è Floris a tirare per la prima volta verso la porta di Longobardi, conclusione alta. Immediata risposta dei Falchetti: al 27' tiro debole di Varsi, che poi, due minuti più tardi mette al centro un pallone invitante per la testa di Palumbo, che, purtroppo, arriva in ritardo. Il capocannoniere dei Falchetti, però, arriva puntuale come un orologio svizzero all'appuntamento con il suo personalissimo gol numero 14 in stagione e l'1-0 di giornata.   Minuto 33': calcio d'angolo dalla sinistra della porta di Fracassi, alla battuta Varsi, Palumbo taglia sul primo palo ed insacca. Vantaggio Casertana, legittimata, in tal modo, la supremazia territoriale, e di occasioni, dei Rossoblù nella prima mezz'ora della gara. La reazione degli avversari è flebile, quasi impercettibile. La Casertana da' la sensazione di avere il pieno controllo del match. Tutto confermato, se escludiamo un buon tiro al volo, da fuori aria, di Niedda, finito alto, a pochi secondi dal duplice fischio di fine primo tempo. Ottima prima frazione della Casertana, il Porto Torres è stato praticamente assente. La ripresa inizia con una Casertana aggressiva e non paga del risultato. Gli uomini di Maiuri vogliono chiudere l'incontro, pressano alto e con Ancione, su punizione, sfiorano il 2-0. Il Porto Torres non riesce a fare il suo gioco. Mister Maiuri ha studiato bene l'avversario e gli ha imbrigliato tutte le possibilità di impostazione. Il tecnico dei Sardi prova a rimediare con un cambio al terzo della ripresa: fuori Cossu, dentro Manca. Tatticamente la squadra ospite si tramuta da un 4-4-1-1 ad un più offensivo 4-4-2, con due punte pure, due esterni alti e Fini, poco prima trequartista, portato in cabina di regia al centro del campo. Il cambio non ridimensiona la Casertana che, spavalda, al minuto 7, della seconda frazione, coglie il palo con Ancione. Per il trequartista dei Falchetti, non è giornata.   Il cielo si fa scuro sopra il Pinto ma non è l'immagine che, di lì a poco, rappresenterà al meglio lo stato d'animo dei tifosi Rossoblù. Incursione centrale di Palumbo, all'ottavo, che con il destro centra l'angolino basso alla sinistra di Fracassi. 2-0 per la Casertana. Un doppio vantaggio ampiamente meritato per occasioni create e per l'intensità di gioco messa in campo da parte dei Falchetti. Il mister ospite, Pinna, decide di sostituire Fini (applaudito dal pubblico casertano) con Budroni. Maiuri, fa respirare Bonanno, facendolo sedere in panchina a favore di Bacio Terracino. Ma, il corso della partita non cambia ed infatti, la Casertana, colpisce inesorabile e passa sul 3-0. E' ancora Palumbo a sfruttare una ribattuta corta di Fracassi, tap-in perfetto del bomber casertano che sale a 16 gol in campionato. 3-0 che non ammette discussioni. Il Porto Torres è completamente assente e non riesce a reagire. Solo al ventesimo, Manca prova un tiro da posizione defilata. Soluzione da dimenticare. La Casertana tiene palla ed amministra l'incontro, continuando ad affondare quando può. I Rossoblù ci provano con due punizioni, non vincenti, di Palumbo e Chiavazzo. Mister Maiuri, regala la standing ovation al match winner Roberto Palumbo, sostituendolo con Gennaro Esposito. Nel finale di gara la Casertana, con un Ancione in meno ed un Corsale in più, abbassa, apparentemente, la pressione. Allora, gli ospiti, provano a trovare il gol della bandiera, senza grandi risultati. Infatti, ad andare vicino al gol è nuovamente la Casertana. E' Bacio Terracino al minuto 38 ad avvicinarsi al 4-0, ma la sua conclusione finisce a lato. Gli ultimi minuti dell'incontro sono un susseguirsi di cori di vittoria dei tifosi rossoblù con i propri beniamini, però tolgono troppo il piede dall'acceleratore e subiscono il 3-1 firmato da Manca. La partita finisce 3-0 per la Casertana, ai danni di un bruttissimo Porto Torres. E' finito il mal di Pinto.   Raffaele Cozzolino.   TABELLINO DEL MATCH   Casertana - Porto Torres 3-1   Casertana: Longobardi; Cirillo, Scognamiglio, P. Esposito, D'Alterio; Chiavazzo, Ruscio; Varsi, Ancione (38' st. Corsale), Bonanno (15' st. Bacio Terracino); Palumbo (28' st.G. Esposito). A disp.: Stestile; Mastellone; Gargiulo; Maresca; Corsale; Bacio Terracino; G. Esposito. All. Vincenzo Maiuri   Porto Torres: Fracassi; Niedda, Serao, De Martis, Covetti; Cossu (3' st. Manca), Floris, Bianchi, Ladu; Fini (10' st. Budroni); Fadda (18' st. Pippia). A disp.: Mazzette; Mura;  Bonu; Gianni; Pippia; Budroni; Manca. All. Sebastiano Pinna.   Arbitro: Sig. Giacomo Costantini di Ascoli Piceno. Assistenti: Sigg.ri Teodori di Fermo e Paoletti di Ascoli Piceno.   Reti: 33' pt., 8' st., 18' st. Palumbo (Casertana), 47' st. Manca (Porto Torres). Note: circa 500 spettatori presenti. Ammoniti: 26' pt. Ruscio (Casertana). Espulsi: / . Calci d'angolo 3-1 per la Casertana. Fuorigioco: 5-2 per il Porto Torres . Falli subiti 12-10 per la Casertana.