Politica

Agg. 17.34 MONDRAGONE / TUTTI I NOMI dell'intreccio politico anti Landolfi, dopo il commissariamento del circolo Pdl. Napolitano minaccia la crisi

Spuntano di nuovo le vicende della Farcom, del Nucleo di Valutazione comunale e ... Claudio Landi pronto ad indossare l'elmetto. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLA NOTA STAMPA DEL


Spuntano di nuovo le vicende della Farcom, del Nucleo di Valutazione comunale e ... Claudio Landi pronto ad indossare l'elmetto. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLA NOTA STAMPA DEL CONSIGLIERE SOCIALISTA     Nella foto, Agostino Napolitano     CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO STAMPA DI AGOSTINO NAPOLITATO CONSIGLIERE DEL NUOVO PSI         MONDRAGONE - Il giorno dopo la cosiddetta destituzione del coordinatore cittadino del Pdl, Giuseppe Piazza montano polemiche, accuse, frecciatine tra i vari esponenti del centro destra locale. Lo scontro tra il coordinatore regionale Nitto Palma e Mario Landolfi è evidente, come è evidente ormai la faglia, con un'elevatissima pericolosità sismica, dilatatasi tra lo stesso Landolfi e il sindaco Giovanni Schiappa. Ebbene si attende una sorta di Big One mondragonese in seno al consiglio comunale, anche perchè stranamente e forse su indicazione di qualche esponente locale, non è stato nominato commissario un rappresentante politico casertano, quindi non mondragonese, ma bensì il giovane Ermanno Miraglia. Da informazioni raccolte in loco, infatti, abbiamo scoperto che il giovane commissario mondragonese, candidato nella lista La Scelta, assieme al figlio di Ugo Conte, Michele,  non è altro che  il fratello di Giulia Miraglia impiegata nella Farcom, la società che gestisce la farmacia comunale  di Mondragone , fondata appunto sotto la gestione dell'ex sindaco di Forza Italia. Giulia Miraglia, sorella del nuovo commissario di Mondragone del Pdl, secondo sempre le indiscrezioni raccolte sarebbe la fidanzata di Luigi Avenia, nominato alcuni giorni fa nel Nucleo di Valutazione comunale mediante una scelta diretta del sindaco Schiappa. Così il cerchio si chiude. Non vogliamo essere cattivi nel pensare che questa manovra politica contro Landolfi e Piazza, sia maturata e poi concretizzata nel nucleo forzista di Mondragone. Qualche parolina al riguardo è stata espressa anche dall'ex referente della Giovane Italia, Claudio Landi, che mediante il suo blog ha commentato, non certo positivamente, la suddetta notizia. Massimiliano Ive CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO DI CLAUDIO LANDI