Cronaca Nera

Agg. 17.58 LA MORTE DELL'IMPIEGATA DELLA REGIONE, ha reagito ed è stata uccisa con dieci coltellate

MADDALONI Terribile episodio di cronaca. I criminali hanno legato il figlio, studente universitario e hanno accoltellato sua madre davanti ai suoi occhi. Avviate le indagini. 


MADDALONI Terribile episodio di cronaca. I criminali hanno legato il figlio, studente universitario e hanno accoltellato sua madre davanti ai suoi occhi. Avviate le indagini.    Aggiornamento 17. 58 -  I rapinatori, forse tre malviventi, avrebbero reagito con violena sia alla decisione del figlio di reagire, sia all'azione disperata della donna di non farsi legare mani e piedi. Secondo le ultime indiscrezioni trapelate, il gruppetto di banditi armati di coltello hanno colpito la 62enne nel mentre era in atto una colluttazione. Il tutto sotto gli occhi del figlio che è stato aggredito, imbavagliato e legato alla sedia. Una vera e propria azione criminale consumatasi tra le mura domostiche di un appartamento ubicato nei pressi della scuola Media Statale Settembrini. Alla fine della tremenda aggressione, la donna è stata ammazzata. Maria Coscia è stata dipendente dell'ufficio dell'Agricoltura della Regione Campania e aveva lavorato anche nel Centro di Formazione ed Orientamento Professionale Regionale della citta'. Chi la conosceva l'ha definita una persona molto dinamica. Era vedova e aveva quattro figli, due femmine e due maschi.   Agg. 11.40 - E' un appartamento al quarto piano di un parco residenziale di Maddaloni, quello in cui si e' consumato l'omicidio durante una rapina di Maria Agnese Coscia, 62 anni, pensionata e vedova, uccisa con diverse coltellate. La donna era una ex dirigente di un'impresa impegnata nella formazione; prima della pensione, lavorava in una sede dell'ente a San Nicola La Strada. Viveva con l'ultimo di quattro figli, studente universitario, che qualche anno fa era stato vittima di un brutto incidente stradale ed era rimasto ricoverato per lungo tempo in ospedale. Il figlio della donna e' stato legato alla sedia dai rapinatori che sono entrati in casa a notte inoltrata alla ricerca di denaro. Sono stati i vicini a dare l'allarme e a chiamare il 113. Sul posto si sono recati i poliziotti della squadra mobile di Caserta e il pm di turno della procura di Santa Maria Capua Vetere. Si indaga in tutte le direzioni. Due figli, residenti uno a Siena e l'altra a Milano, sono stati avvertiti dell'accaduto e stanno per raggiungere Maddaloni. Gli inquirenti stanno ascoltando il ragazzo e i vicini per ricostruire la dinamica e risalire all'identita' dei malviventi.   MADDALONI - Una donna di 62 anni, Maria Coscia, e' stata trovata morta nella sua abitazione di Maddaloni, con varie ferite inferte con un'arma da taglio. Secondo la Squadra Mobile della Questura di Caserta, che sta indagando sull'accaduto, si tratterebbe di una rapina finita in tragedia. Tutto sarebbe accaduto nella notte, quella tra giovedì e venerdì. Secondo quanto si apprende nell'abitazione c'era anche il figlio della donna, che e' stato legato dai malviventi.