Politica

CORONELLA ATTO II: altro attacco a Nitto Palma. "Ecco come ha eliminato Landolfi"

Si infuoca la polemica dopo il commissariamento della sezione Pdl di Mondragone   CASERTA / MONDRAGONE - COMUNICATO STAMPA -  Il senatore Nitto Palma ha memoria corta e


Si infuoca la polemica dopo il commissariamento della sezione Pdl di Mondragone   CASERTA / MONDRAGONE - COMUNICATO STAMPA -  Il senatore Nitto Palma ha memoria corta e naso lungo. La prima gli deriva dalle paurose amnesie che lo assalgono, il secondo dalle penose bugie che dice. È stato lui a dirmi chiaro e tondo che l'on. Landolfi non sarebbe mai stato candidato, tanto è vero che persino il sindaco di Roma, on. Alemanno, nulla ha potuto contro il suo veto. Così come è stato lui a decidere, come ulteriore atto di ritorsione nei confronti dello stesso Landolfi, il commissariamento del circolo di Mondragone, uno dei pochi a funzionare sul serio, grazie a Giuseppe Piazza, come dimostra il fatto che quella città, da noi amministrata, elegge un consigliere provinciale, un consigliere regionale e poteva contare fino a ieri su un parlamentare nazionale, per altro già ministro del terzo governo Berlusconi. Quanto a me, ha letto male i giornali: sono impegnato tutti i giorni a contribuire alla rimonta del PdL e del centrodestra cercando soprattutto di convincere i tantissimi iscritti, dirigenti, amministratori a non tenere in alcun conto i disastri politici che sta combinando il peggior dirigente politico della Seconda Repubblica.