Politica

CASERTA / La Cicia sbotta per il milione di euro che Del Gaudio e la Ucciero danno per il verde agli amici di Paolo Marzo

La consigliera comunale del Pdl si prepara alla battaglia in vista del bilancio e sottolinea come questo tipo di interventi non possono sacrificare una urgentissima azione per len


La consigliera comunale del Pdl si prepara alla battaglia in vista del bilancio e sottolinea come questo tipo di interventi non possono sacrificare una urgentissima azione per lenire le sofferenze di una città, costellata da buche e voragini in tutte le sue strade   CASERTA - Come la vogliamo chiamare, dialettica? Chiamiamola pure dialettica. E' un pò di tempo che Lucrezia Cicia, che è una donna di solida concretezza, sembra aver raggiunto la maggior età anche da un punto di vista politico. Non ha bisogno di mandarle più a dire, ma le dice forte e chiaro e senza peli sulla lingua. In queste ore sta perfezionando un comunicato stampa in cui sottolinea quello che considera un aspetto negativo dell'attuale gestione amministrativa. Obiettivo della consigliera del Pdl, alcuni interventi, ritenuti spropositati, anche perchè appostati in prossimità del prossimo bilancio di previsione. La Cicia appunta la sua attenzione soprattutto sul milione di euro previsto per la manutenzione straordinaria del verde. E stavolta, non siamo noi di Casertace a esprimere dubbi e sconcerto per quanto l'impresa del mitico Caprio, ben sostenuta in Consiglio comunale dagli uomini di Paolo Marzo e cioè da Tonino Maiello e Massimiliano Palmiero, ma è una consigliera di maggioranza, la quale di fronte a questi investimenti si pone fondati interrogativi sul fatto che l'amministrazione attiva sceglie di investire non sulla manutenzione ordinaria, ma su quella straordinaria del verde, quando - osserva la Cicia - a Caserta ormai mancano decine e decine di pali della luce e la città è ridotta ad un vero e proprio percorso di guerra, tanti sono i buchi e i fossi di cui sono costellate la maggior parte delle strade. G.G.