Cronaca Nera

ESCLUSIVA / CAMORRA Si è pentito Bruno Buttone, boss dei Mazzacane

La notizia è stata ufficializzata stamattina, lunedì, nel corso di un'udienza in cui Buttone è imputato. Tremano gli altri boss, ma anche imprenditori e forse, politici &nbs


La notizia è stata ufficializzata stamattina, lunedì, nel corso di un'udienza in cui Buttone è imputato. Tremano gli altri boss, ma anche imprenditori e forse, politici   MARCIANISE - E' uno degli elementi di maggior spicco del clan Belforte di Marcianise. La notizia di un suo pentimento girava da qualche giorno, ma oggi è diventata anche ufficiale. Stamattina, lunedì, durante un processo in cui è imputato, la decisione di Bruno Buttone di diventare un collaboratore di giustizia è stata in pratica formalizzata. Ricordiamo che Bruno Buttone, 41 anni è recluso al 41 bis ed è accusato di reati gravissimi non solo relativi all'associazione camorristica, ma anche di omicidio e tentato omicidio. Essendo stato, diciamo, un elemento importante della cabina di regia del clan Belforte, dai suoi racconti potrebbero emergere  informazioni utilissime per le indagini della Dda e delle forze di polizia, anche sui rapporti tra camorra, impresa e politica. G.G.