Politica

Roccamonfina alle elezioni/ L'intervento: la canzonetta di Letizia Tari, 'Udc sì, Udc no'

L'articolo della giornalista Anna Izzo che, con garbata ironia, si interroga sul cerchiobottismo della sindachessa. Letizia Tari UDC Si, UDC no.  Questo il titolo della canz


L'articolo della giornalista Anna Izzo che, con garbata ironia, si interroga sul cerchiobottismo della sindachessa. Letizia Tari UDC Si, UDC no.  Questo il titolo della canzonetta che il  Sindaco Letizia Tari ha propinato ai vertici del partito politico del Presidente Domenico Zinzi della Provincia di Caserta.  Per non essere di meno al Festival di Sanremo, la Tari nei giorni in cui  imperversava l’onda anomala targata Cosentino, ha annunciato alla segreteria del partito dell’UDC, di essere una loro  simpatizzante,  quasi  pronta ad entrare nella  coalizione. In un lampo, i referenti si sono organizzati in modo da essere pronti all’entrata in gioco della  prima cittadina di Roccamonfina, nel partito del Premier Pierferdinando Casini. Espletata la fase organizzativa, i responsabili politici si sono messi in attesa che, ancora oggi prosegue visto che  la Tari non si è ancora fatta viva. Questo ha confermato senza ombra di dubbio che, la “ cantante” Tari vuole continuare a tenere legami con tutti i partiti, infatti i referenti delle varie segreterie politiche ( che la conoscono bene),  hanno trascritto il suo nominativo  negli elenchi dei Sindaci che sventolano all’occorrenza la bandiera del momento. L’amministratrice Tari con il suo sorriso, vogliamo dirlo, va bé diciamolo conquistatore, cercherà di non farsi mandare a quel paese da chi per correttezza ha dovuto credere alla sua adesione all’UDC. Intanto nelle fila del partito i commenti su la Tari, sono stati molteplici e tutti hanno polemizzato sulla vicenda. “ Anche se la Tari ,dovesse ripresentarsi , sappia  fin da oggi che, non ci serve una voce discordante, noi siamo una squadra o per meglio dire un “ complesso” . Se l’intenzione della Tari, fosse quella di venir ad usurpare il posto politico già assegnato ad altri, le consigliamo di restarsene dove  è tuttora, noi la nostra casacca politica non l’abbiamo mai rinnegata”. La tattica della Tari, sembra che sia quella di poter avanzare credito verso il partito del Presidente Zinzi, cosi da attuare la manovra politica amministrativa denominata “ fumo negli occhi” per tutti quei Roccani che hanno voglia di credergli nonostante i pessimi risultati ottenuti. Anna Izzo