Politica

MONDRAGONE - Salta la riunione di maggioranza. Sui casi Landolfi e Tarsu Schiappa resta solo?

I consiglieri che supportano l'esecutivo di centrodestra non si sarebbero presentati all'incontro. Cosa bolle in pentola? Mondragone - Salta la riunione di maggioranza. Almeno


I consiglieri che supportano l'esecutivo di centrodestra non si sarebbero presentati all'incontro. Cosa bolle in pentola? Mondragone - Salta la riunione di maggioranza. Almeno è questa la voce che circolava ieri, mercoledì a Mondragone. Il sindaco Schiappa aveva invitato i consiglieri che lo sostengono in Assise a presenziare alla prima riunione ufficiale dell'anno nuovo. A breve dovrebbe essere convocato un nuovo consiglio comunale e con ogni probabilità, dopo il caso dell'esclusione di Mario Landolfi dalla competizione elettorale per il rinnovo del Parlamento, il primo cittadino e i suoi fedelissimi volevano valutare quali equilibri ci fossero in maggioranza. Risultato, seduta deserta. Ora ci sono 3 ipotesi reali che spiegherebbero la scelta di alcuni consiglieri di non presentarsi ieri sera, alla riunione di maggioranza. 1) L'esclusione di Mario Landolfi dalla competizione elettorale e il solco scavato da Schiappa nei confronti del parlamentare uscente hanno condizionato gli equilibri in maggioranza. 2) Il ciclone Tarsu. 3) Il caso del consigliere Verrengia che ultimamente non ha partecipato all'ultimo consiglio comunale. A voi la scelta.