DETTAGLIO ARTICOLO

IL VIDEO / Cupuanita: e così, tutti insieme, i capuani hanno salvato il loro grande Carnevale

Nonostante le difficoltà che attanagliano tutti gli enti locali, grazie alla feroce determinazione del sindaco Antropoli, anche quest'anno, da domani, giovedì grasso, parte una


Nonostante le difficoltà che attanagliano tutti gli enti locali, grazie alla feroce determinazione del sindaco Antropoli, anche quest'anno, da domani, giovedì grasso, parte una delle kermesse più antiche e più sentite di questa provincia. IN UN VIDEO, LA SIGLA DELL'EVENTO IN CUI ANCHE ANTROPOLI PARTECIPA COME ATTORE CAPUA - Il Carnevale di Capua è uno dei pochi emblemi storici sopravvissuti alle ristrettezze in cui sono ridotti gli enti locali e alla superficiale cultura del territorio posseduta da chi questo territorio dovrebbe governare e far progredire. Ma questa operazione di salvataggio non è avvenuta per caso. Il sindaco Carmine Antropoli da qualche anno si oppone, resiste, combatte contro la realtà degli spaventosi tagli subiti dalle istituzioni locali. Lo fa mettendoci dentro cuore, ma non solo, dato che la generosità, l'impeto emotivo non è sufficiente se non è incanalato dentro ad un sentiero che solca la vena della creatività. Non c'è ostacolo insormontabile che resiste alle idee di uomini intelligenti. E allora se una mega lotteria popolare con biglietti ad 1 euro cadauno serve per tutelare e difendere la tradizione, la memoria, l'identità del popolo capuano, allora quello sforzo, quel piccolo contributo, deve diventare un'azione di massa. Così sta succedendo quest'anno e il gusto è ancor più grande nel momento in cui l'amministrazione comunale e tutti i capuani potranno gonfiare il petto dicendo a se stessi di aver svolto una funzione civile, sociale e culturale, ognuno in quota parte per questi giorni dell'allegria, che da domani, giovedì grasso, allieteranno le strade della città di Fieramosca. Un'edizione sbarazzina, anticipata da uno spot divertentissimo che da giorni spopola su youtube. "Capuanita", un ritmo sudamericano che scandisce i fotogrammi popolati da attori dilettanti locali e dai componenti di una scuola di ballo di Capua. Dentro alla canzone, confuso tra le diverse comparse c'è anche una sorpresa: il sindaco Antropoli, impegnato a tenere il ritmo percuotendo le pelli di un bongo. Tutto da vedere. Gianluigi Guarino