Politica

GRAZZANISE ALLE ELEZIONI (FORSE) / Pasquale Raimondo: "L'aeroporto non si è fatto per colpa del Pdl"

Dopo le lotte intestine tra Giovanni Abbate, Paolo Parente e l'area che ha sostenuto il coordinatore dimissionario, il circolo del Pd N.Jotti torna a parlare di questioni concrete


Dopo le lotte intestine tra Giovanni Abbate, Paolo Parente e l'area che ha sostenuto il coordinatore dimissionario, il circolo del Pd N.Jotti torna a parlare di questioni concrete. L’aeroporto, per Grazzanise, oramai, è un miraggio. Pasquale Raimondo, probabile candidato alla carica di coordinatore locale, ringrazia, sarcasticamente, il Pdl, dato che considera il partito di berlusconiano l’artefice della mancata realizzazione dello scalo civile.     Grazzanise - Avevamo lasciato la sezione locale del Pd alle prese con fastidiose beghe interne, legate al tesseramento e all’elezione del nuovo coordinatore cittadino. Ritorniamo a parlare di Pd, questa volta, però, per argomenti più “nobili”: l’oramai straziante questione aeroporto. Se a Grazzanise siamo scettici sulla possibilità del voto a maggio, seguendo la linea del “pane al pane vino al vino” confessiamo il nostro scetticismo pure sull'improbabile costruzione dello scalo civile, anche perché, le competenze militari dell’aeroporto grazzanisano accrescono mese dopo mese, quindi, di civile si intravede ben poco. E’ chiara l’importanza del sito mazzonaro come punto strategico per l’aviazione militare. Ergo... mettiamoci l'anima in pace. Ritorniamo al Pd. Ora che è quasi certa la pietra tombale sulla costruzione dell’aeroscalo, il circolo N. Jotti tiene a comunicarci un “ve l’avevamo detto”. A donarci questo messaggio è Pasquale Raimondo, probabile candidato alla carica di coordinatore della sezione locale e, vista la superiorità, manifestata a botta di tessere, della sua area di riferimento, quella che sostenne il dimissionario Roberto Parente, rispetto alla fazione avversaria, rappresentata da Paolo Parente e Giovanni Abbate, quasi sicuramente, in caso di candidatura, diverrà il nuovo coordinatore. “Vi prego non facciamoci ancora raccontare favole – dice Raimondo – tentano ancora di offendere la nostra intelligenza.  L'aeroporto a Grazzanise non si farà. Mi preme solo sottolineare che dobbiamo ringraziere il PDL.”  Raimondo racconta anche  i tentavi  “prima con Stefano Graziano(interrogazione parlamentare) e poi in regione con Lucia esposito (che veramente si spese)  di salvare Grazzanise con una mozione PD. Il Pdl fece mancare il numero legale. All'improvviso uno alla volta uscirono dall'aula. Conclusione la mozione PDL prevedeva un aeroporto in Campania, e non a Grazzanise. Eravamo lì circa in venti. Abbiamo visto come si sono burlati di noi” Giuseppe Tallino