Politica

Ambrosca all'attacco di Emerito: "Basta con la storia del bravo ragazzo. Sulla sua candidatura ci prende in giro"

Dopo la clamorosa rivelazione del Sindaco in carica, il suo prossimo rivale alle elezioni esprime la sua e lo fa con durezza.   Cancello ed Arnone - Non ci sta Raff


Dopo la clamorosa rivelazione del Sindaco in carica, il suo prossimo rivale alle elezioni esprime la sua e lo fa con durezza.   Cancello ed Arnone - Non ci sta Raffaele Ambrosca a far passare l’involontaria candidatura di Emerito, nelle liste Pdl, come figlia di un semplice qui  pro quo burocratico. Ambrosca, alla smentita del suo sindaco, non ci crede proprio. Leggere il nome del Sindaco di Cancello ed A. al numero 21 della formazione berlusconiana ha inevitabilmente suscitato stupore, anche perché, fino a quel momento, era in tutti, o quasi, la convinzione circa l’appartenenza di Emerito all’Udc. Poi, il Sindaco, nella fase post-esclusione Cosentino, ha chiarito il giallo. Ha fatto sapere che lui ha ricevuto solo una proposta di candidatura. Una candidatura che non avrebbe mai materialmente firmato. Insomma, un vero e proprio arcano che se fosse confermato potrebbe comportare gravi problematiche. Dato che, purché una candidatura venga inserita nelle liste ufficiali deve essere accompagnate da una dichiarazione di accettazione firmata e dal deposito del proprio certificato di iscrizione nelle liste elettorale. Emerito invece ha fatto sapere che i documenti per la candidatura non erano completi e che non li aveva corredati di tutte quante le sue firme di accettazione. Il sospetto che questi movimenti siano figli di lotte extra cancellesi, di respiro regionale, ma sempre interne al Pdl, resta. Ad ogni modo Raffaele Ambrosca, avversario di Emerito nelle prossime elezioni comunali, non crede al chiarimento del primo cittadino. “ Quello di Emerito è l’ennesimo bluff” dice l’avvocato “ Illude la politica e illude i giornali. E’ facile, adesso, scaricare su altri la colpa” Ambrosca sostiene che, in paese, Emerito “ si era lusingato di questa designazione. Ha festeggiato, sottotono, la candidatura. E su facebook ha pure ricevuto complimenti e auguri. Basta con la parte del bravo ragazzo" Il grido del capo staff di Paolo Romano è questo: " Emerito non deve più prenderci in giro". Giuseppe Tallino