Sport

Casertana, è ancora legge corsara. Nola ko con Corsale e Palumbo

Ancora una volta i Falchetti si dimostrano implacabili fuori dalle mura amiche. Decisivo il cambio di modulo del secondo tempo NOLA - Altro colpo esterno della Casertana che sba


Ancora una volta i Falchetti si dimostrano implacabili fuori dalle mura amiche. Decisivo il cambio di modulo del secondo tempo NOLA - Altro colpo esterno della Casertana che sbanca lo Sporting Club di Nola per 2-0 con i gol di Corsale e di Palumbo. Questo è il settimo successo lontano dal Pinto della banda rossoblù, che continua a non subire gol in trasferta e, grazie ad un colpo da maestro direttamente su punizione, del centrocampista di Casagiove, Raffaele Corsale ha sbloccato il match; chiudendolo all'ultimo secondo disponibile, dopo essersi difesa bene al forcing finale dei Bruniani, con il gol numero 11 in stagione di Palumbo, il capocannoniere della Casertana. L'allenatore Di Nola riserva delle novità di formazione rispetto alle indicazioni della vigilia: fuori Maresca e dentro Varsi, con Corsale che scala tra i tre di centrocampo e l'esterno napoletano pronto ad infilarsi negli spazi. Il primo tempo non sorride alla Casertana che non è mai pericolosa in fase offensiva ed il Nola si rende pericoloso sui calci piazzati con un palo al 7' di Di Bonito ed un pericoloso colpo di testa di Giulio Russo al minuto 38. Nella ripresa, invece, i Falchetti attaccano a testa bassa senza però trovare soluzioni di continuità. Il calcio è uno sport, e come in tutti gli sport, gli episodi, sono una componente fondamentale. E come col Sora un gol a 3 secondi dalla fine ha tolto 2 punti alla Casertana, così oggi a Nola, una punizione straordinaria di Raffaele Corsale ha spezzato gli equilibri, spostandoli dalla parte rossoblù. L'Hyria Nola, bisognoso di punti salvezza, si fa coraggio ed a testa bassa attacca la porta di Longobardi. I Rossoblù di Di Nola (espulso dall'arbitro Guidi al 41' della ripresa) riescono a mantenere il vantaggio, continuando a soffrire solo sulle palle inattive e divorandosi il colpo del KO con Gennaro Esposito. Ma lo 0-2 è solamente rimandato: quinto dei sei minuti di recupero, lancio lungo di Pasquale Esposito per la spazzata di Gennaro Esposito che lancia un implacabile Palumbo, il quale chiude il match. Il successo a Nola permette alla Casertana di rosicchiare due punti alla capolista Torres, fermata sull'1-1 dalla Lupa Frascati. Un successo che conferma i numeri straordinari dei Rossoblù fatti registrare in trasferta, ma questi tre punti non devono essere sprecati nella  prossima sfida interna della Casertana. I Falchetti, infatti, non devono più sbagliare in casa e sfatare un mal di Pinto che ormai non deve essere più tale. Importante, in tal senso, la variante tattica provata oggi da mister Di Nola, che, con tale mossa, ha cambiato volto alla squadra. La scelta del tecnico è stata quella di passare dal suo classico 4-2-3-1 ad un 4-3-1-2 con una mediana, formata da Corsale, Toscano e Ruscio che deve rappresentare il valore aggiunto per questa volata finale.  IL TABELLINO DEL MATCH Sora: Cascella; Borrelli, Fasci, Coppola, Micallo; Barbato (22'st Foggia), Abbruzzese, Moretti, Di Bonito (23' st E. Esposito); Russo, Pietrovito (37' st. Maresca). A disp: Di Matteo, Maresca, Acampora, Biondi, E. Esposito, Foggia, Pepe. All. Bruno Mandragora. Casertana: Longobardi; Cirillo, Esposito P., Gargiulo (29' st. D'Alterio), Pezzullo; Toscano, Ruscio, Corsale; Varsi (31'st Mastellone), Palumbo, G. Esposito. A disp: Sestile, Martucci, Maresca, Mastellone, Bonanno, Ancione, Alvino. All. Mario Di Nola. Arbitro: Marco Guidi di Imola. Gol: Corsale (C) 16' st, Palumbo (C) 50' st. Note: Spettatori presenti 600 circa. Ammoniti: / . Espulsi: Di Nola (allenatore Casertana) 41' st.