Politica

Grimaldi capolista la Pontillo consigliera e Caldoro ci è o ci fa

Ieri, giovedì, il governatore ha indicato questo nome al leader Mpa Raffaele Lombardo. Ma questo contraddice con tutto quello che Caldoro sostiene rispetto alla sua distinzione e


Ieri, giovedì, il governatore ha indicato questo nome al leader Mpa Raffaele Lombardo. Ma questo contraddice con tutto quello che Caldoro sostiene rispetto alla sua distinzione e distanza con certi mondi, in cui il l'inprinting era stampato nella lista Nuovo Psi della lista regionale 2010 Caserta - Il fatto che Stefano Caldoro abbia proposto ieri, giovedì, al leader nazionale dell'Mpa, Lombardo, il nome di Massimo Grimaldi come capolista alla Camera, nella circoscrizione di Campania 2 per la lista Grande Sud, rinfocola quell'idea che nel cervello di chi scrive c'è sempre stata che, o l'enunciata e sbandierata antipatia che il governatore della Campania ha sempre manifestato, a parole, per certi mondi è un rituale espediente retorico, oppure Caldoro è veramente uno che campa tra le nuvole, dato che l'avvento di Grimaldi a Montecitorio le darebbe consistenza politica, ma, soprattutto, concreta rappresentanza a tutto quello che il Nuovo Psi di Caserta inserì nella lista alle elezioni regionali. La signora Pontillo da Capodrise, prima dei non eletti e moglie di Antonio Scialdone, può essere anche una degnissima consigliera regionale, ma non sarà mai politicamente affidabile per Caldoro, dato che il suo hummus politico e familiare è collegato proprio a quel mondo con cui il governatore sostiene di voler regolare i conti. E che vogliamo dire del secondo dei non eletti Cipriano Cristiano, ex sindaco di Casal di Principe? Beh, o questo Caldoro ci è o ci fa e onestamente non sappiamo quale sia l'opzione più grave. Gianluigi Guarino