Cronaca Bianca Cronaca Bianca

ESCLUSIVA CASERTA. Bilanci delle scuole, sono un obbligo di legge, ma in città li pubblicano solo il Diaz e il Giordani. Manzoni, Buonarroti, Giannone e ITC fuorilegge. E abbiamo solo cominciato

Qui la legge è un optional, a partire dalle presunte agenzie dell'educazione e della formazione, trasformate molto spesso in vere e proprie scuole cabaret


CASERTA - Il Decreto legislativo n°33 del 2013 all'articolo 5 comma 3 recita testualmente:"L'amministrazione, entro trenta giorni, procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell'informazione o del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al richiedente, ovvero comunica al medesimo l'avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto. Se il documento, l'informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l'amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale". Questo comma è stato preso pari pari in una circolare, spedita dal Consiglio dei Ministri a tutte le amministrazioni pubbliche in ogni loro diramazioni. Abbiamo cominciato una piccola ricognizione, cominciando dalle scuole di Caserta. Ebbene: se si eccettua il Liceo Scientifico Diaz e il Giordani, nessun' altra scuola citata, il Manzoni, il Giannone, l'ITC e il Buonarroti, non sono adempienti. Queste ultime due scuole fanno ancora riferimento alla precedente normativa, quella del 2009, il Manzoni tesse l'infinita tela di Penelope con un'area del sito in perenne costruzione. Abbiamo solo cominciato. Le scuole dovrebbero essere fucina di legalità, di aderenza rigorosa e viscerale alle norme e ad ogni altra emanazione del diritto. A Caserta non è così. Ma questo è il luogo dell'apparenza, del relativismo più becero, delle scuole trasformate in cabaret. Ma questa è un'altra storia che andremo a raccontare bene nei prossimi giorni. G.G.