Cronaca Nera

CASERTA. Ragazzo rapinato davanti alla Reggia. La Volante cattura le due malviventi

Il fatto è accaduto ieri davanti a migliaia di turisti. I vigili urbani hanno allertato il 113 che ha spedito subito un auto. Prese a pochi metri dal misfatto


CASERTA - Nella giornata di ieri 6 aprile 2014, alle ore 12.00 circa, personale della Squadra Volante della Questura di Caserta, diretto dal V. Q. A. Dr. Riccardo Di Vittorio, nel corso dei servizi pianificati settimanalmente nel week-end, che vedono l’intensificazione di ogni attività di Polizia diretta alla prevenzione e repressione di qualsivoglia attività illecita, specialmente nei luoghi particolarmente frequentati dai giovani e dalle famiglie, ove maggiormente vengono registrati reati contro il patrimonio, quali le rapine, ha tratto in arresto due donne di etnia rom, per concorso in rapina aggravata, consumata nei giardini siti di fronte alla Reggia di Caserta, in danno di un giovane. In particolare il personale, alle 12.00 circa, su disposizione della locale Sala Operativa, si portava in Piazza Carlo III, ove era stata segnalata la presenza di un ragazzo che era appena stato rapinato. Immediatamente sul posto i poliziotti contattavamo il ragazzo in questione, identificato per I. A. di anni 16, residente ad Acerra (NA), il quale riferiva che poco prima, mentre passeggiava nel viale centrale di Piazza Carlo III, davanti al Palazzo Reale, era stato avvicinato da due zingare, di cui forniva le esatte descrizioni somatiche e di abbigliamento e mentre la più anziana delle due gli girava intorno, l’altra estraeva dalla borsa un coltello a scatto, facendosi consegnare tutti i soldi che aveva, ammontanti a 15,00 euro. Raggiunto il loro fine, le due donne si allontanavano dal posto, ma il giovane subito correva verso Palazzo Reale ove trovava una pattuglia della locale Polizia Municipale che allertava il 113. Il personale della Squadra Volante, prontamente giunto sul posto, dopo aver ricevuto le prime notizie sull'accaduto dal ragazzo rapinato, si poneva alla ricerca delle due donne segnalate, individuandole subito, sempre sul viale centrale di Piazza Carlo III, a circa 50/60 metri, mentre si allontanavano, provvedendo a fermarle. Queste venivano identificate per: Rosa Romano, nata a Napoli il 02/01/1977 e residente ad Afragola (NA) con precedenti specifici e Assunta Abbruzzese, nata a Cesa (CE) il 29/10/1980 e residente a Casoria (NA), incensurata. Nell’immediatezza, si avvicinava anche il rapinato che riconosceva le due donne quali autrici della rapina consumata ai suoi danni poco prima. La perquisizione effettuata consentiva di rinvenire in una borsa in possesso di una delle fermate la somma di denaro poco prima rapinata. Le donne fermate, pertanto, venivano condotte in Questura per gli accertamenti del caso, al termine dei quali, venivano tratte in arresto per concorso in rapina aggravata e, su disposizione dell’A.G. procedente, associate presso la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli. L’operazione, in parola, condotta dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Caserta, rappresenta un’ulteriore efficace, concreta risposta al preoccupante fenomeno delle rapine consumate negli ultimi tempi nei giardinetti antistanti la Reggia di Caserta, in particolar modo nei fine settimana, tutte in danno di giovani ragazzi.