Cronaca Nera

Evade i domiciliari noto pluripregiudicato: denunciato in flagranza dalla Squadra Volante

E' stato trovato mentre confabulava con un altro soggetto, anch'egli più volte arrestato.


CASTEL VOLTURNO - Il  crescente numero di soggetti sottoposti a misure alternative alla detenzione o di Prevenzione ai sensi della normativa antimafia, ha imposto, di conseguenza, un sempre maggiore impegno da parte degli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Castel Volturno, diretto dal Vice Questore Aggiunto d.ssa Carmela D’AMORE, finalizzato al controllo del rispetto delle prescrizioni imposte ai soggetti destinatari. Ed è proprio nell’ambito di queste attività che personale della Squadra Volante, in località Ischitella, procedeva al controllo del noto pluripregiudicato Giuseppe Stasi, 45enne, fratello del defunto esponente del clan dei casalesi Enrico, conosciuto perché sottoposto alla misura di Prevenzione della Sorveglianza con Obbligo di Soggiorno, impostagli dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di S. Maria C.V. Il pregiudicato, difatti, era intento a confabulare con altro soggetto, identificato per C.G., nativo di Mugnano (NA), di anni 45 anch’egli, il quale, da un controllo al c.e.d., risultava annoverare numerosi precedenti di polizia nonché più volte tratto in arresto. Lo STASI, che agli operanti non forniva alcuna spiegazione al riguardo, veniva denunciato per aver violato una delle prescrizioni impostegli in sede di sottoposizione alla misura  che, espressamente, prevede, tra l’altro, il divieto di intrattenersi con soggetti pregiudicati e/o condannati.