Cronaca Nera

CASERTA - Ancora spaccio davanti al Monumento ai Caduti. I pusher braccati e arrestati nel parcheggio sotterraneo

Alcuni giorni fa, i poliziotti della Squadra Volante, che hanno realizzato anche l'operazione di ieri sera, avevano già preso altri spacciatori


CASERTA - Ieri sera, giovedì, alle ore 23.30 circa, il personale della Squadra Volante della Questura di Caserta, diretto dal V. Q. A. Dr. Riccardo Di Vittorio, nel corso dei servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione dei reati di criminalità diffusa, ha tratto in arresto 2 persone per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e sequestrato 2 grammi circa di marijuana. Questi i fatti: alle ore 23.00 circa, personale della Squadra Volante, nel transitare in via Unità Italiana, altezza Monumento ai Caduti,  luogo di ritrovo abituale di giovani dediti allo spaccio o all’acquisto di sostanze stupefacenti, ha notato nei pressi dei porticati adducenti all’area di parcheggio sotterranea, un gruppo di giovani intenti a scambiarsi tra loro furtivamente alcune cose. Visto ciò i poliziotti si sono avvicinati per sottoporre i giovani a controllo, ma questi, appena accortisi della loro presenza, si sono dati a precipitosa fuga per le rampe del parcheggio sotterraneo. Il personale operante, a questo punto, ha richiesto l’ausilio di un'altra volante , unitamente alla quale si è effettuato un accurato controllo in tutto il parcheggio sotterraneo, individuando e bloccando 2 giovani, successivamente identificati in Enrico D'Addio, nato a Caserta ed ivi domiciliato, di anni 29, e Fabio Cardillo, nato a Caserta e residente a Sala, di anni 19, i quali venivano sono stati riconosciuti dai poliziotti quali  gli autori della cessione della merce, poco prima, all’esterno dell’area del parcheggio. Nelle loro vicinanze, sono stati rinvenuti, dietro un pilastro e dentro un cestino dei rifiuti, rispettivamente un trita erba di metallo contenente sostanza stupefacente ed un involucro in cellophane trasparente con all’interno altra sostanza  stupefacente. Si è proceduto ad immediata perquisizione personale, a seguito della quale è stato rinvenuta, occultata addosso ad uno dei due giovani la somma di 25,00 euro in banconote di piccolo taglio. Per quanto sopra i due ragazzi sono stati tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, in concorso. Gli arrestati, al termine degli accertamenti di rito, su disposizione dell’A.G. procedente, sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa di giudizio di convalida. L’operazione, in parola, condotta dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Caserta, rappresenta una efficacia e concreta risposta al preoccupante  fenomeno dello spaccio di stupefacenti che, in particolar modo nei fine settimana,  si amplifica.