Cronaca Bianca

Movimento 5 stelle di MONDRAGONE preme per la realizzazione del progetto "mercato ortofrutticolo Kilometri 0"

COMUNICATO STAMPA


 Movimento 5 Stelle locale, si sono recati a definire il progetto del Mercato ortofrutticolo Kilometri 0. Facciamo un passo indietro. Qualche mese fa un attivista del M5S di Mondragone sollecitato da alcuni produttori agricoli di Mondragone, aveva prospettato il problema agli attivisti i quali dopo aver analizzato il progetto Mercato ortofrutticolo Kilometri 0 hanno deciso di sostenerlo e concretizzarlo. Tale progetto portato avanti dagli attivisti del M5S era stato proposto dagli stessi produttori agricoli che delusi da una politica assente e inconcludente hanno deciso di affidarlo agli attivisti del M5S. Quindi si è provveduto a preparare una apposita richiesta, farla firmare al gruppo di agricoltori interessati e presentata al Comune di Mondragone. Successivamente il sindaco Giovanni Schiappa approfondì il progetto comunicando che ci sarebbe voluto un regolamento apposito prima di poterlo definire. Uno degli attivisti si fece promotore affinché i tempi non fossero eccessivamente lontani e così in breve tempo fu presentato anche il regolamento. Che poi altro non era che un regolamento già deliberato dalla stessa amministrazione comunale di Mondragone. Tornando quindi all'incontro di giovedì, lo stesso serviva solo a definire come poter concretizzare la realizzazione del progetto "mercato ortofrutticolo Kilometri 0. L'assessore al ramo, Dott. Salvatore Pacifico, ha voluto garantire che, espletate, certamente in tempi ragionevoli, le attività burocratiche, il progetto avrà la sua concretizzazione. Noi concittadini presenti all'incontro dalle assicurazioni dall'assessore siamo certi che l'amministrazione a breve renderà concreto il progetto e con 30 anni di ritardo anche Mondragone potrà avere il suo mercato di prodotti ortofrutticoli settimanale potendo così avvicinare le esigenze dei produttori agricoli con maggiori agevolazioni da parte dei cittadini di Mondragone e dei paesi limitrofi. Gli attivisti ringraziano della disponibilità dell'amministrazione comunale e nell'augurarsi che il progetto venga realizzato non avrà alcun rammarico per l’eventuale fallimento perché ha fatto ciò che era in suo potere.