Cronaca Nera

Aumentano le polveri sottili, il sindaco chiudono corso Giannone

Per via degli eccessivi dati sulle polveri sottili, l'ordinanza di Pio Del Gaudio


CASERTA - Questa mattina è chiusa al traffico automobilistico, per eccessivo inquinamento da polveri sottili, parte di corso Giannone, arteria centrale di Caserta. La chiusura riguarda il tratto compreso tra l'intersezione con via Sant'Antonio, di fianco all'omonima chiesa, e piazza Vanvitelli, dove hanno sede il Municipio, la Questura e la Prefettura. L'ordinanza emessa dal sindaco Pio Del Gaudio si è resa necessaria dopo che il Dipartimento di prevenzione e Salute dell'AslCaserta, sulla scorta dei dati forniti dalle centraline di rilevamento dell'Arpac (Agenzia regionale per l'ambiente della Campania), ha ravvisato pericoli per la salute pubblica a causa del frequente sforamento dei limiti di PM10 nell'atmosfera chiedendo provvedimenti urgenti. Nella strada sono ubicati il Liceo Classico Giannone con la scuola media e l'Istituto Elementare e scuola materna "De Amicis" frequentate da centinaia di studenti. Ogni giorno si sono formati degli assembramenti di auto durante gli orari di ingresso e uscita degli alunni, circostanza che potrebbe aver fatto impennare la soglia delle polveri sottili emesse soprattutto dalla combustione degli idrocarburi come la benzina e il gasolio delle auto. "Non abbiamo registrati problemi particolari - dice il Comandante della Municipale Alberto Negro - la gente e' stata opportunamente informata e molti genitori hanno cosi' accompagnato a piedi i figli a scuola".