Cronaca Nera

ESCLUSIVA CON FOTO. CASERTACE nell'inferno della droga di via Bonacolosi. Siringhe sporche di sangue e orde di immigrati

Dopo il report de Le Iene, continuano fioccare segnalazioni. La periferia nord di Castel Volturno, a confine con Mondragone si conferma centrale dello spaccio


CASTEL VOLTURNO - MONDRAGONE - Torniamo a Bagnara di Pescopagano, frazione compresa tra Castel Volturno e Mondragone, dopo il blitz de "Le Iene" di qualche tempo fa. Il fenomeno della droga come mostra il nostro reportage fotografico non si arresta. Mediante una serie di segnalazioni giunte anche in redazione siamo riusciti ad analizzare il caso di viale Bonacolosi, dove tra orde di stranieri e pusher italiani si consumano fiumi di dosi di droga a due passi dal mare. In questa strada e precisamente in un'abitazione diroccata è stata realizzata una vera e propria centrale della droga, lì dove ormai, questa periferia è divenuta Terra di Nessuno. Tutti sanno, ma fingono di non vedere e di non sentire. Noi che non possiamo fingere di non vedere, oggi rilanciamo in rete questa segnalazione, ben sapendo che non  produrrà effetti immediati e risolutivi, in quanto in una realtà aperta e abbandonata come Pescopagano, facilmente il fenomeno dello spaccio della droga può svilupparsi in altri mille tuguri come questo, dove è facile realizzare una piazza dello spaccio. Max Ive Bagnara3 Bagnara5

Bagnara2