Cronaca Nera

MARCIANISE. Un'area dell'Interporto diventa una discarica. Denunciati l'ex presidente delle Piccole Imprese e un altro dirigente

L'area, 4 ettari circa, è stata sottoposta a sequestro preventivo


MARCIANISE - È stata sottoposta a sequestro preventivo un’area di 4 ettari dell’Interporto Sud Europa, vicino al Centro Commerciale Campania, adibita a discarica abusiva. L’operazione, eseguita dal Corpo Forestale dello Stato di Napoli e Marcianise e dal comando provinciale di Caserta, ha portato alla denuncia del presidente del Consiglio di Gestione e dell’amministratore delegato della struttura interportuale, Salvatore Antonio De Biasio e Antonio Campolattano, per gestione illecita di rifiuti. L’area, in parte recintata con pannelli da cantiere mobili, era coperta di rifiuti di ogni genere: da materiale di costruzione a pneumatici, da elettrodomestici fuori uso a olii esausti. Nell’area sono stati rinvenuti anche due container, una struttura prefabbricata utilizzata come baracca e due veicoli. La discarica abusiva è stata individuata grazie all’ispezione aerea di un elicottero. I vertici dell’Interporto Sud Europa sono stati denunciati a piede libero secondo l’ipotesi di reato di gestione illecita di rifiuti.