Cronaca Bianca

Fecondo scoperchia il vaso di Pandora dei bandi indetti dal Comune di MARCIANISE: è caos sulle tre assunzioni nell'Ufficio di Piano

Il capogruppo del Partito Democratico marcianisano: "Il sindaco chiarisca i miei dubbi e revochi il bando"


MARCIANISE - Una lunga e dettagliata interrogazione, con la quale il capogruppo Pd Filippo Fecondo, a latere della pur intensa battaglia che sta combattendo, contro l'amministrazione De Angelis, per portare a galla i deficit nella gestione dell'ospedale di Marcianise e determinarne le responsabilità, denuncia quelle che, a suo avviso (e molte prove fornisce a sostegno della sua tesi) sarebbero le numerose violazioni di legge che viziano i concorsi indetti dal Comune di Marcianise. Nello specifico, questa interrogazione si riferisce al bando per l'assunzione di tre esperte esterne quali componenti dell'Ufficio di Piano: Fecondo rileva, dallo studio della documentazione in suo possesso, delle dinamiche anomale, dei meccanismi che ritiene stranamente celeri, e fa nomi e cognomi: vi proponiamo, di seguito, senza dilungarci ulteriormente, la versione integrale dell'interrogazione, rispetto alla quale non possiamo essere più chiari e precisi. D'altra parte, e i nostri lettori lo ricorderanno, Casertace si è già diffusamente occupata, sin dallo scorso periodo natalizio, di questo bando "sartoriale" che sembrava esser stato cucito addosso alle signore Palma, Pascarella e Petrella.   "Signor Sindaco, con Decreto n. 20 del 25 ottobre 1013, in attuazione della Delibera di Giunta n.62 del 25.10.2013, Lei nominava, nella sua qualità di Sindaco della città Capofila dell’ambito territoriale 05, quali componenti dell’Ufficio di Piano, tre esperti esterni, Fausta Petrella, Maria Antonietta Pascarella e Francesca Palma. L’incarico era conferito fino al 31.12.2013. I tre esperti avrebbero dovuto avere il compito di supportare il Coordinatore per l'elaborazione del Piano di Zona. Il Piano di Zona veniva elaborato e inviato alla Regione, on-line, lo stesso 25 ottobre. Prendiamo atto della celerità, tutto in un giorno, con la quale è stata adottata una Delibera di Giunta, emanato un Decreto per la nomina dei tre esperti e predisposto, dal coordinatore insieme ai tre esperti, il Piano di zona con il relativo invio alla Regione. Tempi più che europei. Complimenti! Signor Sindaco, in data 12 dicembre 2013 è stata indetta una selezione pubblica, in verità per niente pubblicizzata, per titoli, per il reperimento di tre figure professionali necessarie per il funzionamento, questa volta definitivo, dell’Ufficio di Piano, in aggiunta al personale interno dipendente. Alla selezione pubblica hanno partecipato 9 concorrenti. Sono stati esclusi 6 concorrenti, ammessi 3. I nomi? Fausta Petrella, Maria Antonietta Pascarella e Francesca Palma, che poi sono risultate vincitrici: le stesse nominate dal Sindaco con il Decreto n. 20 dell’ottobre 2013. Preveggente, oltre che celere. Complimenti! Signor Sindaco, la Commissione, nominata con una disposizione (?) del Dirigente del IV° Settore, ha la curiosa particolarità che il componente delegato dal Sindaco di Recale a partecipare ai lavori della Commissione, il dott. Nicola Lombardi, ha delegato a sua volta l’architetto Ferdinando Sparano. Una sorta di proprietà transitiva che, evidentemente, trasferisce, con la sub-delega, anche la competenza che consente ad un architetto di diventare esperto in Servizi Sociali. Inoltre, Il dott Domenico Giannetti, del Comune di Macerata Campania, risulta, dai verbali, sempre assente. Ricordo, ma forse mi sbaglio?, che la Commissione esaminatrice nelle selezioni pubbliche è un collegio perfetto e deve operare con la totalità dei suoi componenti e poi, l’art. 35, comma 3, della legge 165/2001  statuisce che le Commissioni per il reclutamento nella Pubblica Amministrazione devono essere composte esclusivamente da esperti di comprovata competenza nella materia oggetto della selezione. Mancanza di esperti nella materia del concorso e assenza permanente di un componente nella commissione, sono due elementi che aggiungono una certa suspense alla vicenda. Tutto costruito con una certa maestria. Complimenti! Signor Sindaco, quindi, con la disposizione n. 20 del 30.12.2013, una disposizione e non una determina, del Dirigente del IV° Settore, viene nominata la Commissione, imperfetta, per la selezione delle tre figure professionali, di cui abbiamo ampiamente scritto; lo stesso giorno, il 30.12.2013, viene delegato l’arch. Sparano dal suo collega Lombardi di Recale: con la seduta del 30.12.2013, che dura dalle ore 11,00 alle ore 12,15, la Commissione, imperfetta, legge tutta la documentazione, corposissima ( solo per leggere quella in mio possesso e relativa alle solo tre vincitrici ho impiegato qualche ora), ed esclude dalla Selezione 6 partecipanti; con la seduta del 30.12.2013, ancora, che dura dalle ore 12,30 alle ore 13,00, vengono di fatto proclamati i vincitori, Fausta Petrella, Maria Antonietta Pascarella e Francesca Palma. La celerità di sempre e tutto, sempre, nella stessa giornata. Complimenti! Signor Sindaco, Le risparmio le ulteriori amenità che ho scoperto leggendo la sola documentazione in mio possesso ma, naturalmente, avrò modo di stigmatizzarle in altra occasione. Rilevo, per adesso, che le signore Fausta Petrella, Maria Antonietta Pascarella e Francesca Palma dovevano proprio vincerlo questo concorso. Signor Sindaco, dopo questa premessa, considerate le innumerevoli violazioni di Legge , Le chiedo se intende annullare tutti gli atti relativi e conseguenziali all’Avviso Pubblico per il reperimento delle figure professionali di supporto all’Ufficio di Piano dell’Ambito Territoriale 05.   Alla presente è richiesta risposta scritta Il Capogruppo del Partito Democratico, Arch. Filippo Fecondo"   Maria Concetta Varletta