DETTAGLIO ARTICOLO

CASERTA. LICEO MANZONI: grande soddisfazione per il premio Giovanni Casella

Due le categorie dei premiati: la Sezione Interna, riservata agli allievi del Manzoni; la Sezione Esterna, aperta a tutti gli studenti liceali del territorio nonché nazionali.


IMG_1169 (2) Il 24 Marzo nel Teatro Comunale di Caserta, alla presenza del Presidente della Provincia, On. Domenico Zinzi, del Presidente del Tribunale di S. Maria C. Vetere, dott.ssa Maria Rosaria Cosentino, del Procuratore capo della Repubblica presso il Tribunale di S. Maria C. Vetere, dott. Corrado Lembo, del Procuratore Aggiunto dott.ssa Raffaella Capasso  e di altri delegati in rappresentanza delle massime istituzioni ed associazioni culturali operanti sul territorio, si è svolta la premiazione della prima edizione del Premio Giovanni Casella. La cerimonia di consegna del prestigioso premio è stata inserita, per l’occasione, nella felicissima cornice della giornata dedicata alla Cultura Classica, che da svariati anni vede impegnato il Liceo Manzoni di Caserta, insignito del titolo di “Fuoco di Prometeo” dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico quale “ambasciatore di cultura classica sul territorio”. Quest’anno, d’intesa con la famiglia del Preside Giovanni Casella, professionista che ha legato il proprio nome non solo alla storia del Liceo “A. Manzoni”, ma all’intera città di Caserta, la scuola diretta dalla Dott. Adele Vairo ha promosso un concorso nazionale intitolato proprio all’indimenticato educatore casertano, sotto l’egida della prestigiosa Fondazione siciliana e del Dipartimento di Lettere della Seconda Università degli Studi di Napoli e con il patrocinio di Amministrazione Provinciale e Comunale di Caserta. Indirizzato agli studenti liceali, il concorso è stato diviso in due sezioni: la Sezione Interna, riservata agli allievi del Manzoni; la Sezione Esterna, aperta a tutti gli studenti liceali del territorio nonché nazionali. I partecipanti si sono cimentati nell’elaborazione di un tema articolato su argomenti di Etica, Legalità e Cultura Classica. In apertura dell’incontro, il Presidente dott. Domenico Zinzi ha espresso parole di encomio e di ammirazione per una “manifestazione che, in sintonia con i valori che il mondo classico continua a suggerire nel suo immenso patrimonio culturale, ha trasportato partecipanti ed organizzatori in un clima di spiccata onestà culturale e di apertura verso tematiche fondamentali quali l’etica e la legalità.” La giuria del premio ha visto la presenza di personalità del mondo giuridico, accademico e scolastico di indubbio spessore e profilo umano e professionale: insieme alla dott.ssa Giuseppina Casella, Componente del Consiglio Superiore della Magistratura e in rappresentanza anche dell’intera famiglia, il dott. Andrea Della Selva, Presidente Emerito del Tribunale di S. Maria C. Vetere, la prof.ssa M. Luisa Chirico, del Dipartimento di Lettere della SUN, la prof.ssa Cantelmo, già ispettrice scolastica e la dott.ssa Guarino dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Caserta, su espressa delega del dirigente USP Vincenzo Romano. La Commissione ha sottolineato l’elevata qualità tecnica di tutti gli elaborati, elogiandone le modalità con cui, in maniera originale, gli autori hanno saputo esprimere come la classicità sia ancora “una categoria dell’anima”. Numerosissimi gli allievi partecipanti al premio; presenti in sala oltre ai padroni di casa del Manzoni, le delegazioni del “Giannone” e dei Salesiani di Caserta, del “Telesi@” di Telese Terme, del “Nevio” di Santa Maria C. Vetere e del “G. Bruno” di Maddaloni. Sono risultati vincitori del premio: per la Sezione Interna, Fabiola Croce, alunna della VR del liceo classico Manzoni , con l’elaborato : “L’eredità di un classico”; per la Sezione Esterna, in ex aequo, Federica Tornincasa, del Liceo Classico dell’Istituto Salesiano di Caserta, in sala e con “Cosa leggiamo”, e Maria Laura Cavallari del Liceo “A. Diaz” di Caserta, non presente in sala, con “Maledetta la terra che ha bisogno di disobbedienti”. La famiglia Casella ed il Liceo Manzoni, dopo aver proclamato i vincitori, consegneranno i premi in una cerimonia ufficiale che si terrà nei locali del Manzoni alla presenza dei componenti della giuria e delle famiglie degli allievi. Inoltre, come da Regolamento del Premio sottoscritto dai partecipanti, saranno pubblicati sul sito della scuola, istituzione demandata alla pubblicazione dei dati e dei contenuti relativi alle prove, gli elaborati vincitori e le motivazioni addotte dalla Giuria. La giornata si è conclusa, poi, con lo spettacolo “Verso Argo” proposto dall’Accademia d’Arte del Dramma Antico e con riduzione drammaturgica di una delle firme più note del panorama classico internazionale, la prof.ssa Eva Cantarella, e la regia di Manuel Gilberti. I giovani studenti del primo anno dell’Accademia nella performance teatrale sono stati accompagnati da attori professionisti quali Mita Medici, Luca Giordano, Lucia Sardo L’allestimento era articolato in una serie di quadri tratti da Eschilo, Euripide, Omero e da altre fonti classiche che vanno a formare una lunga e profonda riflessione sul tema del rapporto tra vincitori e vinti sull’adagio: I Greci, nostri contemporanei.