Politica

ESCLUSIVA S.MARIA C.V. Il sindaco Di Muro dà un incarico di più di 10 mila euro al cugino Mimmo Santonastaso, e Costantino Maglione...

Oltre ai soliti discorsi relativi allo spreco del pubblico danaro in questo caso, al di là della stima personale, che nutriamo nei confronti del professionista, si tratta di un incarico ancora più inopportuno del solito agli occhi di chi conosce bene la s


S.MARIA C.V - Nutriamo una sincera stima per l'avvocato Mimmo Santonastaso, figlio dello storico politico della Democrazia Cristiana. Nutriremmo ancor più stima nei suoi confronti se l'avvocato Mimmo Santonastaso, figlio del sammaritanto Geppino Santonastaso, ex sottosegretario e più volte parlamentare, non prendesse incarichi e non intascasse soldi pubblici nella sua città e nella città amministrata da suo cugino. Perché chi conosce appena un poco la storia politica di questa provincia sa bene che la famiglia Di Muro e la famiglia Santonastaso sono imparentate, e sa bene pure che Geppino Santonastaso ha avuto successo, onori  cariche in politica grazie al sostegno e all'appoggio del suo congiunto Nicola DI Muro. Su questo nostro punto di vista, ci confronteremmo volentieri con l'avvocato Santonastaso. Per il momento la cronaca triste dello sperpero del pubblico danaro che continua ad essere consumato a S.Maria C.V. ci impone di segnalare la determina numero 340 del 10 febbraio scorso attraverso cui il comune ha assunto un impegno di spesa di 10250 euro per farsi rappresentare proprio oda Mimmo Santonastaso nell'arbitrato che lo oppone Nuovo Centro Edile. Il discorso degli avvocati e dei loro incarichi lo continueremo anche nella giornata di domani, mercoledì. In questo articolo ci sembra giusto, però, segnalare un'altra determina di cospicua spesa sempre legata ad un affidamento diretto e totalmente discrezionale di un incarico ad un altro legale. Stiamo parlando della determina numero 341 del 10 febbraio con cui il comune assume un impegno di spesa di 5 mila euro, tondi tondi, per l'avvocato Costantino Maglione che è sempre quello che al nostro cospetto, negli anni scorsi "si metteva sul cerasiello" a sputare sentenze sulla moralità della politica e degli affidamenti, il quale rappresenterà S.Maria C.V. nel giudizi che opporrò quest'ultimo all'associazione "Ali della mente" Gianluigi Guarino