Sport

CASERTANA, Ugolotti resta se avrà delle garanzie

Più che una questione economica, la permanenza di Ugolotti dipenderà dalle garanzie che gli arriveranno. Il capitano Salvatore D'Alterio non è d'accordo sulla questione stanchezza


Agodirin, fermato da un attacco influenzale. Invece, per quanto riguarda i due lungodegenti, Baclet e Rinaldi, solo corsa. Il resto del gruppo ha effettuato un allenamento prima fisico poi mirato al giro palla, a due tocchi ed a ranghi ridotti. A margine, il mister Guido Ugolotti si è presentato ai microfoni della stampa e noi di CasertaCE abbiamo provato a stuzzicarlo sul suo futuro, che potrebbe essere lontano da Caserta: "Al momento sto pensando solo a chiudere al meglio questo campionato, voglio arrivare primo perché sarebbe una grande soddisfazione. Non ho ancora incontrato la società, che quindi non so cosa ha in mente di fare. Vedremo. Se ci saranno le condizioni per andare avanti, staremo ad ascoltare. Se non ci saranno le condizioni, avremo fatto un grande percorso assieme regalando un sogno a questa città". Dunque, l'enigma si fa ancora più grande ed interessante. Di certo, il lavoro dell'ex mister del Benevento è stato ottimale. Che ha preso una squadra che albergava nei bassifondi della classifica e portandola a giocarsi con grandissima tranquillità questo finale di campionato, grazie ad una serie di diciannove risultati utili consecutivi. Sarebbe giusta una sua conferma, per dare un grosso segnale di continuità al progetto rossoblù e sul lavoro fatto in questi cinque mesi da Ugolotti. Di contro, più di una volta in questa stagione, è sembrato che alcune dichiarazioni del tecnico di Massa non abbiano trovato riscontro all'interno dello spogliatoio. Infatti, capitan Salvatore D'Alterio ha fatto spallucce alla denuncia fatta da Ugolotti nell'immediato post partita contro l'Arzanese, dicendo che la squadra è stanca: "Non saprei dire, non vedo un calo fisico. Forse stanchi psicologicamente, ma è normale che in questa parte della stagione c'è qualche giocatore in fase calante. Chi sarà al top, darà il massimo". La Casertana dovrà valutare tutte queste cose, tutti i pro ed i contro. Ed ha la fortuna di poterlo fare con largo anticipo rispetto alle aspettative. Ma questo vantaggio non va sprecato. Bisogna sfruttarlo al massimo. Avendo le idee chiare, a partire dalla faccenda Ugolotti. Il quale avrà una grossa voce in capitolo, in quanto, dopo una stagione esaltante e che lo ha rilanciato sotto la luce dei riflettori, vorrà delle garanzie per poter fare un buon campionato in una Serie C a girone unico che si presenterà come una sorta di B2, con grandi piazze e sfide difficili ed affascinanti. Raffaele Cozzolino