Cronaca Bianca

ESCLUSIVA AVERSA. Piccolo gioco di prestigio di Sagliocco e di Elia Barbato per i lavori di viale Europa: 500 mila euro in più, ma...

Questo è emerso dalla riunione di maggioranza svoltasi venerdì sera. 5 cm di asfalto per farla durare. Questa la promessa


AVERSA - Ci teneva molto il sindaco Sagliocco alla riunione, svoltasi venerdì sera e che ha coinvolto tutti i consiglieri della maggioranza non più amplissima, che lo sostiene, e alcuni assessori. Argomento unico: il piano triennale e qualche revisioni riguardante l'individuazione delle priorità di intervento relativo all'anno 2014. Di quest'argomento parleremo non solo oggi, domenica, ma anche nei prossimi giorni, dato che investe la materia importante e delicata dei lavori pubblici e degli appalti lucrosissimi a questi collegati. Cominciamo con una modifica importante: nel piano triennale, approvato contestualmente all'ultimo bilancio di previsione, solo qualche mese fa, erano appostati 1 milione e 300 mila euro per il Corso Europa, arteria di Aversa Nord, divenuta strategica, visto che conduce diritta al nuovo mega tribunale. Lo schema approvato nella riunione di venerdì sera, prevede la ridefinizione di questa previsione: non più un milione e 300 mila euro, ma 1 milione e 800 mila euro per Corso Europa, ma anche per alcune stradine circostanti. Si è detto anche che da questa voce del piano triennale dovrebbero uscire risorse pure per qualche ristrutturazione di strade che insistono sulla parte opposta della città, cioè Aversa Sud-ippodromo. Siccome venerdì sera tutti volevano fare grandi cose, ma si sa che le intenzioni sono una cosa e la realtà un'altra, si è anche detto che i lavori di Corso Europa, non saranno realizzati con il cosiddetto asfalto " a sputazzella", i due centimetri classici con cui tutte le camorre hanno recuperato, in migliaia di lavori pubblici dell'agro aversano e non solo, i fantasmagorici ribassi d'asta con cui si aggiudicavano le gare. I centimetri, così parlarono Sagliocco e l'assessore Elia Barbato, saranno 5. G.G.