Politica

ESCLUSIVA PARLA NICOLA COSENTINO: "Io non voglio candidarmi a nulla, c'è chi mesta nel torbido. Penso solo ai miei processi"

L'ex sottosegretario risponde ad una sola domanda secca rivoltagli da Casertace.


Nicola Cosentino risponde a una domanda di Casertace, a una domanda che Casertace ha avvertito il desiderio di porre, in quanto, su questa storia della richiesta, che l’ex sottosegretario avrebbe formulato, con toni pressanti e ultimativi, a Forza Italia, perché Berlusconi lo candidi alle prossime elezioni europee, siamo stati costretti ad andare un po’ a traino di una voce incontrollata sulla quale non abbiamo mai avuto il tempo per occuparci della sua autenticità e neanche della sua verosimiglianza, che rappresenta il minimo sindacale, relativo alla pubblicazione di una indiscrezione. E allora ci siamo rivolti al diretto interessato: Cosentino lei vuole candidarsi o no alle elezioni europee? “l’ho detto e lo ripeto ancora: non ho alcuna intenzione di candidarmi a nulla fino a quando non avrò ricevuto dal tribunale la dimostrazione dell’attestazione della mia totale estraneità alle accuse che mi vengono formulate. Guardo alla politica con interesse, dato che è stata una passione che ha occupato, in pratica, l’intera mia esistenza. Ma al di là di questo-scandisce ancora Cosentino- non vado. Diciamo così che guardo da appassionato, con lo stesso atteggiamento che può usare, non un tifoso viscerale, ma uno sportivo che può avere anche qualche passione, preferenza per una squadra piuttosto che per un’altra, quando assiste da spettatore ad una partita. Si guarda, si tifa, ma si è anche obiettivi nella valutazione di quello che accade all’interno del campo di calcio. Tutto qui.” Tutto qui, per il momento anche per noi. Gianluigi Guarino