Cronaca Nera

Setola usa la festa del papà per minacciare il pm Sirignano

In video conferenza, il ras dell'ala stragista dei Casalesi si e' rivolto al magistrato


NAPOLI - Nuove minacce contro il pm antimafia Cesare Sirignano da parte del capo dell'ala stragista del clan dei Casalesi Giuseppe Setola. Al termine delle dichiarazioni spontanee durante un' udienza del processo contro il killer - accusato di estorsione nei confronti degli imprenditori Passarelli - in corso dinnanzi la IV sezione del Tribunale di Napoli presieduta dal presidente Loredana Acierno;  Giuseppe Setola, in video conferenza, si e' rivolto al pm dicendo: "Oggi e' la festa del papa': auguri dottore Sirignano". Non e' la prima volta che il boss Giuseppe Setola si rivolge con toni minacciosi verso il magistrato della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, Cesare Sirignano: in un'altra udienza dello stesso processo, lo scorso 5 febbraio, il capo dell'ala stragista del clan, sempre collegato in video conferenza dal carcere milanese di Opera, dov'e' detenuto, aveva chiamato per nome il pm e lo aveva accusato di volere "sterminare la sua famiglia" facendogli condannare parenti e amici. Lo stesso giorno, l'auto blindata del magistrato con a bordo il pm e la sua scorta, fu inseguita da una vettura durante un viaggio. Sirignano e' stato minacciato piu' volte dallo spietato autore della strage di Castel Volturno, piu' volte condannato all'ergastolo, nel corso di udienze precedenti a quella del 5 febbraio. Nel corso dell'udienza di oggi, Setola si e' anche reso protagonista di un "botta e risposta" con Emilio Di Caterino, per un periodo reggente del clan, attualmente collaboratore di giustizia (arrestato il 7 ottobre del 2008) che in piu' di un'occasione si e' rivolto al killer dicendogli "tu sai solamente minacciare".